9a Settimana Europea della Consapevolezza dell’Endometriosi

Mar 06, 13 9a Settimana Europea della Consapevolezza dell’Endometriosi

Settimana importante questa dal 4 al 10 marzo 2013, non tanto perchè coincide con la famosa festa della donna, tanto pubblicizzata ma perchè trattasi della Settimana Europea della Consapevolezza dell’Endometriosi.

L’endometriosi, una tremenda malattia subdola e invalidante, che lavora “in silenzio”, tanto che spesso una donna non sa neppure di averla e possono persino passare molti anni prima di avere una diagnosi certa di endometriosi e nel frattempo colei che ne è colpita, si trova in una sorta di limbo, in compagnia di 1.000 domande senza risposta e con tanti “ma” e “se”, sola, smarrita e con l’autostima sottozero, tanto da mettere persino a dura prova i propri rapporti sociali e di coppia.

E proprio per sconfiggere questo male oscuro, ecco anche quest’anno l’appuntamento ormai tramandato dal lontano 2005, che in concomitanza con la Festa della donna, celebra la Settimana Europea della Consapevolezza dell’Endometriosi, organizzata dall’European Endometriosis Alliance giunta quest’anno alla sua 9a edizione.

foto endometriosiL'”Awareness Week”, la Settimana Europea della Consapevolezza dell’Endometriosi, è organizzata e promossa, con l’intento di “accendere i riflettori” in tutta Europa, sull’endometriosi, una malattia purtroppo ancora troppo poco conosciuta, onde sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni.

L’endometriosi infatti è una malattia che non comporta “solo” serie complicazioni mediche ma anche importanti complicazioni psicologiche, tanto da renderla una patologia fortemente invalidante!

Una malattia invalidante che ha colpito ben oltre 14 milioni di donne, che per via della malattia, sono costrette a vivere situazioni di profondo disagio!

Un malattia l’endometriosi, caratterizzata dalla tessuto endometriale, sito in sedi anomale quali, le ovaie, le tube di Falloppio, il peritoneo, la vagina o l’intestino. Tessuto, che oltre a causare serie problematiche di natura fisica come ad esempio profondi dolori addominali, modificazioni nelle abitudini intestinali, gonfiore e irritabilità che possono anche diventare disabilitanti ed insopportabili, si ripercuote persino, su quello che è il benessere psico-relazionale di una donna.

foto apeTra i sintomi prevalenti in questo senso, vi è infatti il forte dolore durante e dopo i rapporti sessuali e importanti influenze negative alla fertilità della donna e quindi alla procreazione: problemi che spesso sono fonte per la donna, di ansia personale e disagio relazionale verso il partner, parenti ed amici.

Tanti gli eventi e le campagne di informazione e sensibilizzazione, organizzate in diversi capoluoghi italiani da nord a sud lungo il nostro Belpaese, che mirano a coinvolgere i cittadini e le istituzioni, onde porre la giusta attenzione su un argomento delicato ma davvero molto importante: una malattia invalidante per tutte le donne che ne soffrono!

 

Di Mamma Melacotta


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.