Alimentazione bambini: come ricominciare a mangiare sano dopo le vacanze

Set 05, 14 Alimentazione bambini: come ricominciare a mangiare sano dopo le vacanze

Le vacanze sono ormai giunte al termine per molti, che tra relax e divertimenti, hanno indubbiamente modificato le abitudini di tutta la famiglia – grandi e bambini compresi – per tutto il periodo vacanziero; tanto che ora, rientrati dalle ferie, non solo sarà difficile riprendere i ritmi della vecchia routine ma anche e soprattutto riprendere le buone abitudini in tavola!
Ebbene si, perchè una volta rientrati in città, indubbiamente non sarà facile riprendere una corretta alimentazione, dopo le tante concessioni e gli strappi alla regola fatti da mamma e papà, quanto a gelati e spuntini di ogni genere e tipo, in vacanza; ma anche questo fa parte del “gioco” ed ora, senza ulteriori indugi, è arrivato il momento di riprendere in mano la situazione e tornare in pista, a cominciare dalla materia prima e quindi, dalla spesa del supermercato.
foto-alimentazione-bimbo..Spesa e quindi carrello del supermercato, ove è bene ricordare di scegliere preferibilmente i prodotti recanti un’etichetta che sia chiara ed esaustiva, onde poterne verificare la provenienza e la composizione di ogni singolo alimento che finirà in tavola!
Ebbene si, perchè una spesa fatta di alimenti e bevande sane, indubbiamente condiziona positivamente le buone abitudini a tavola e quindi la dieta di grandi e bambini; dieta e quindi alimentazione che ovviamente dovrà essere sana ed equilibrata e contenere quindi, nelle giuste proporzioni tutti i nutrienti necessari, bilanciati in modo corretto,tra carboidrati, fibre, proteine e grassi.
E proprio quanto ai nutrimenti necessari, ricordando l’importanza di controllare sempre la data di scadenza degli alimenti, il paese d’orgine degli stessi e la modalità di conservazione, facendo quindi una scelta ed un acquisto consapevole, ecco un piccolo riepilogo:

  • foto-carrello-spesai carboidrati possono essere semplici o complessi; semplici come gli zuccheri presenti naturalmente in frutta, verdura e latte, oppure complessi, che sono presenti ad esempio nei cereali, nel pane, nella pasta, nel riso o nei legumi;
  • le fibre: appartengono alla categoria dei carboidrati e sono fondamentali per il buon funzionamento dell’intestino;
  • le proteine svolgono invece un’azione importantissima quanto alla formazione dei tessuti, degli ormoni e degli enzimi e sono contenute principalmente negli alimenti di origine animale;
  • i grassi devono essere assunti nel giusto modo e preferibilmente devono avere una bassa percentuale di acidi grassi saturi.

.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *