Allattamento al seno: quali le posizioni migliori?

Set 03, 14 Allattamento al seno: quali le posizioni migliori?

L’allattamento è un momento magico della mamma e del suo bambino; un momento esclusivo ma assolutamente naturale; eppure ci sono purtroppo tantissime donne che non riescono ad allattare il proprio bambino. Come mai, perchè?
Ebbene, indubbiamente alcune donne sono poco aiutate e spronate all’allattamento, la cui importanza specie nei primi sei mesi di di vita di un bambino – a dispetto di quanto si pensi – è in alcuni paesi ancora poco conosciuta; mentre altre in un momento di debolezza e di frustrazione, prese da allarmismi, non riescono ad attendere serenamente la montata lattea ed altre ancora invece che riescono inizialmente ad allattare il proprio bambino, sono per così dire costrette ad interrompere, perché attaccandosi il bimbo male al seno, crea loro arrossamento e dolore al capezzolo.
foto-cibo-allattamento..Tante insomma le neo-mamme che non hanno purtroppo la possibilità per svariati motivi di vivere serenamente l’allattamento; ma non tutte sanno che esistono particolari posizioni, che possono magari aiutare la donna a vivere comodamente l’allattamento, favorendo questo momento unico e speciale tra la mamma ed il suo bambino.
Anzitutto però – facendo un passo indietro – bisogna dire che la mamma deve essere seduta comoda, con la schiena appoggiata per bene ad un cuscino o ad uno schienale che la sostenga; quindi prendendo in mano un seno, spremendolo dolcemente deve accostarlo bambino, in modo tale che la bocca del piccolo, riesca a coprire il capezzolo intero, areola compresa, tanto che il naso del piccolo, sia appoggiato al seno stesso.
E’ fondamentale infatti che il piccolo non prenda il seno in punta, perché rischia di usarlo come un ciuccio, non solo non riuscendo a mangiare, ma procurando alla mamma delle dolorosissime ragadi.
Quanto quindi al discorso posizioni di allattamento, va detto che esistono diverse posizioni che possono per così dire favorire l’allattamento, oltre a quella per così dire tradizionale ma in particolare le prime volte, può risultare un po’ complessa. Posizioni che vedono comunque sempre il bimbo guardare la mamma negli occhi, eccole:

  • foto-allattamento-cuscino-allattamentose si ha l’accortezza di appoggiare davanti il cuscino per l’allattamento, il bambino potrebbe esservi accomodato sopra, avendo modo di raggiungere più facilmente il capezzolo;
  • anche se può sembrare strano, è poi molto comoda la posizione palla da rugby, per la quale, il piccolo è tenuto sotto il braccio al pari di un pallone, comodamente appoggiato su un cuscino e mentre la sua testa è sostenuta con la mano relativa al braccio corrispondente e così viene avvicinato al seno, con l’altra mano la mamma, appoggia il capezzolo sulla sua bocca, che risulta rivolta verso la mamma, mentre le gambe ed i piedini sono sotto al braccio;
  • è possibile poi allattare il bimbo anche da sdraiate;
  • una posizione comoda e preziosa soprattutto di notte, che vede la donna sdraiata su un fianco, allattare il bimbo con il seno più interno, mentre con il braccio appoggiato al materasso tiene il bimbo e con la mano libera, gli offre il seno.

.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.