Allerta alimentare: Ferrero ritira vasetti di Nutella da 1 Kg

Mar 15, 16 Allerta alimentare: Ferrero ritira vasetti di Nutella da 1 Kg

Allerta alimentare: Ferrero ritira vasetti di Nutella da 1 Kg dagli scaffali dei supermercati tedeschi, per via di una non corretta etichettatura

La nota crema al cacao ed alle nocciole, che piace tanto ai bambini ma anche alle mamme ed ai papà, potrebbe nuocere a chi soffre di allergie, per cui si parla di una vera e propria allerta alimentare che vede Ferrero che ritira i vasetti di Nutella da 1 Kg contrassegnati dai lotti L032 e L033, dai supermercati.
foto-nutellaNelle etichette di questi lotti pare infatti che manchi l’elenco degli ingredienti e, quindi, l’indicazione degli allergeni presenti.
Come fa sapere la società quindi, i clienti che hanno acquistato il prodotto devono riconsegnarlo presso il punto vendita ove è stato acquistato, per ottenere il rimborso, anche in caso di mancanza dello scontrino.
Per conoscere la lista degli ingredienti presenti nei vasetti di Nutella da 1 Kg, sapere dove i vasetti sono stati venduti e qualsiasi ulteriore chiarimento, i clienti tedeschi possono chiamare il numero 069-665 6660, oppure scrivere all’indirizzo mail recall@cleankids.de
Per correttezza è importante sapere che il Servizio dei Consumatori, ha fatto sapere che non risultano ritiri in altri paesi, Italia compresa.
Quanto alle allergie alimentari, che possono presentarsi a qualsiasi età, in particolare entro comunque i primi 3 anni di vita, è bene chiarire che possono avere sintomi lievi o gravi, sino all’anafilassi.
In ogni caso, la maggior parte delle reazioni allergiche, è da imputare ad un numero relativamente piccolo di alimenti, tra cui i principali sono: latte vaccino, uovo, soia, grano, arachidi, noci e frutta a guscio, pesce e molluschi.
I sintomi invece più comuni nei bambini, sono:

  • foto-nutella-ritirataprurito al palmo di mani e piedi;
  • rossore e gonfiore generalizzato ed orticaria;
  • difficoltà respiratorie;
  • dolori addominali;
  • vomito e diarrea;
  • abbassamento della voce e raucedine;
  • debolezza da calo della pressione.

Di fronte ad una reazione allergica ovviamente è importante un tempestivo riconoscimento della reazione in atto, da parte di un pediatra o dottore, che a seconda dell’entità, indicherà la somministrazione di un farmaco o come procedere.


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *