Ambrosia: la nuova allergia dell’estate

Ago 05, 13 Ambrosia: la nuova allergia dell’estate

Purtroppo nemmeno in estate le allergie se ne vanno in ferie, ed ecco che sono molto i bambini che soffrono di Ambrosia. Si tratta di una nuova allergia, fino ad ora presente solamente al Nord, provocata da una pianta erbacea, originaria dell’America, giunta poi in Italia solamente 25 anni fa.

A parlarne oggi sono gli esperti dell’Ospedale Bambin Gesù di Roma, i quali avvertono i genitori di osservare bene i loro bambini, i quali se si strofinano spesso gli occhi o si soffiano il naso è bene siano accompagnati presso un centro specializzato ed esaminare la situazione, in quanto trattarsi proprio di Ambrosia.

foto-ambrosia.Sempre i medici specializzati del Bambin Gesù hanno evidenziato già parecchi casi di Ambrosia dall’inizio dell’anno. Il polline che provoca tale allergia ha una particolare forma ad uncino che tende così ad aggrapparsi ad abiti o pneumatici. L’apice della sua pericolosità si ha proprio ad agosto, ma non è raro osservare fenomeni anche a settembre ed ottobre. I sintomi principali sono: congiuntivite, prurito e naso chiuso.

Quali sono i rimedi?

foto-montagna-bimbiQuello più naturale e maggiormente consigliato è un soggiorno in montagna. Chi, ovviamente, non può, ha la possibilità di ricorrere ai normali antistaminici, sia in spray che in collirio. Dato che la maggior parte decide per questa seconda strada, le dosi da utilizzare dovranno essere maggiori del normale, in quanto le rinite provocate sono più forti e resistenti delle altre del periodo. Molto efficaci sono anche i vaccini. In ogni caso è da evitare l’automedicazione ed è bene rivolgersi ad uno specialista per avere una corretta prescrizione.

E’ da precisare che l’Ambrosia, che colpisce sia bambini che adulti, può presentarsi accompagnata anche ad allergie alimentari, come quella per i kiwi.

 .

di Anna Chianese

 


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.