Anagrafe chiusa: a 7 giorni dalla nascita papà non riesce a registrare il suo bambino

Dic 27, 13 Anagrafe chiusa: a 7 giorni dalla nascita papà non riesce a registrare il suo bambino

Anagrafe chiusa: a 7 giorni dalla nascita papà non riesce a registrare il suo bambino. Diventare papà e mamma, è una cosa meravigliosa: dare la vita ad un bambino e vederlo nascere è la cosa più bella che possa capitare nella vita, un’emozione unica ed indescrivibile, magica in un certo senso; una magia che però talvolta viene bruscamente spezzata dalla realtà!

Questo è il caso infatti di papà Pierpaolo e mamma Nadia, che dopo aver assaporato le prime emozioni ed i primi sentimenti in qualità di genitori del loro bambino si sono ritrovati a vivere una clamorosa disavventura, che da sette giorni li vede tentare invano di registrare la nascita del loro bambino!

foto-carta-identitàSi si avete capito bene, perchè il piccolo Alessandro, nato lo scorso giovedì 19 dicembre, ad oggi dopo una settimana non è ancora stato registrato all’anagrafe: un curioso ed incredibile caso il suo, che vede i suoi neo-genitori che ad oggi, non sono ancora riusciti a registrarlo, come dalle parole dei neo-mamma e papà “Colpa di una burocrazia davvero poco flessibile” sostengono i due neo-genitori.

A sette giorni dopo il parto presso l’ospedale Santa Croce di Moncalieri, papà e mamma non hanno infatti ancora potuto registrare la nascita di Alessandro, benchè abbiano provato a svolgere la prassi nemmeno 48 ore dopo, dato che non essendo sposati, occorre la presenza di ambedue al momento delle firme ma come racconta Pierpaolo “Purtroppo l’ufficio dell’ospedale era chiuso e abbiamo dovuto rinunciare”.

Iniziata quindi la nuova settimana, lunedì questo, papà Pierpaolo di buona lena, le ha provate tutte ma davvero tutte, per registrare il piccolo Alessandro, dapprima andando con Nadia all’anagrafe di via Carrera, in zona Parella, ove però le serrande erano abbassate e c’era il cartello “chiuso per ferie“, quindi, andando all’anagrafe di via Monte Ortigara, trasferitasi in via De Sanctis, come spiega Pierpaolo, con una punta di ironia:

foto-anagrafe“Vista la situazione ho chiamato all’ex Venchi Unica. Mi sono assicurato che gli uffici fossero aperti e mi sono recato lì” ma purtroppo, la pratica sia stata rifiutata come continua il neopapà “L’ufficio non era preposto a svolgere quella mansione” che aggiunge “Mi hanno spedito all’anagrafe centrale di via della Consolata. Peccato che fosse già troppo tardi, visti gli orari. Ho rinunciato a recarmi in centro e ora, viste le chiusure degli uffici, dovrò attendere ancora una settimana”.

Insomma, non resta che augurare di cuore a papà Pierpaolo ed a mamma Nadia, di poter registrare il piccolo Alessandro in questo 2013! Voi che dite, ce la faranno? Noi incrociamo le dita!!!

.

di Mamma Melacotta


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.