Astrologia: i bimbi nati in “sagittario”

Nov 23, 13 Astrologia: i bimbi nati in “sagittario”

Astrologia: i bimbi nati in “sagittario”.

SAGITTARIO

23 NOVEMBRE – 21 DICEMBRE

Elemento: Fuoco

Pianeta: Giove e Nettuno

Segno: Mobile

Nati all’inizio dell’inverno, protetti da Giove, signore indiscusso del Segno, i piccoli del Sagittario presenteranno caratteri molto interessanti distinti da contrasti anche molto evidenti.

Indiscutibilmente allegri, ottimisti, esuberanti così come tendenzialmente chiacchieroni, generosi, nonché ottimi buongustai in fatto di cibo, i bimbi rappresentati da questo terzo segno di Fuoco hanno bisogno, come l’elemento che li contraddistingue, di essere costantemente nutriti di nuovi interessi e scoperte al fine di mantenere viva la fiamma dell’entusiasmo, della passione, ciò che accende e stimola la loro innata curiosità e il loro spiccato senso dell’avventura.

foto-bimbi-saggittarioSono dei piccoli ma adorabili cicloni, possiedono infatti una grande carica dinamica che non deve essere repressa o limitata ma va agevolata; amano muoversi in grandi spazi aperti, correre, giocare, salire e scendere dagli scivoli, si entusiasmano per qualunque attività sportiva.

In genere molto socievoli, amano circondarsi di vecchie e nuove amicizie nuove che permettano di allargare il loro giro di conoscenze ed esperienze.

Fate attenzione, mamme e papà, e cercate di contenere la loro voracità sia alimentare sia materiale: se sprovvisti di un’adeguata educazione alimentare, i bambini potrebbero rischiare il sovrappeso. Inoltre, tendono ad accumulare un’infinita serie di giocattoli (automobiline, peluches, robot, bambole e accessori per le bambine) senza riuscire ad approfondire la conoscenza di nessuno in particolare.

foto-bimbi-saggittario.CONSIGLIO: la mamma del Sagittario non deve esagerare con la dolcezza e le smancerie; è molto importante che questo bimbo venga seguito con dedizione e attenzione, senza però soffocarlo con coccole eccessive. In genere è uno spirito fortemente indipendente ma quando avverte il bisogno di stare in compagnia, sarebbe opportuno accontentarlo e non lasciarlo da solo. Prestate attenzione ai suoi racconti, ascoltatelo e valutate seriamente le sue esigenze. Contemporaneamente dolce e sensibile, duro e caparbio, esige correttezza e giustizia per sé stesso e gli altri. Se si sente raggirato, perde fiducia e ogni rispetto per l’educatore.

 .

di Stefania Nardi


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.