Autismo, a Roma un festival ideato da giovani autistici

Nov 12, 14 Autismo, a Roma un festival ideato da giovani autistici

Grande appuntamento al MAXXI, il Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma, sabato 15 e domenica 16 novembre con Asff, come recita lo slogan “Un festival uguale agli altri. Però diverso”, non una rassegna sull’autismo ma un vero e proprio appuntamento gestito e partecipato da persone affette dalla malattia.
Autismo, a Roma un festival ideato da giovani autistici , giunto alla seconda edizione dell’Asff – Film festival, la prima rassegna cinematografica, nata grazie alla volontà di alcuni giovani, affetti dalla sindrome di Asperger, ​ossia ​una condizione autistica ad alto funzionamento.
L’evento non è infatti una rassegna sull’autismo ma un festival di opere della settima arte, durante il quale saranno infatti ci sarà la proiezione di lungo e cortometraggi, come in un qualsiasi appuntamento di questo genere, ma non solo.
foto-as-film-festival“Un festival uguale agli altri. Però diverso”, lo slogan della manifestazione trova infatti conferma nel fatto che durante l’evento, dopo la proiezione delle pellicole e dei film, si svolgeranno incontri e dibattiti sui temi proposti dalle pellicole in concorso; pellicole che saranno poi valutate da una giuria che assegnerà i premi previsti. Tra i giurati, troviamo il regista e sceneggiatore Giuliano Montaldo, il giornalista Santo della Volpe e il giornalista e sceneggiatore Andrea Purgatori.
Gli incontri poi, che si svolgeranno a margine delle proiezioni del festival, vedranno la partecipazione di ospiti di prim’ordine, come il regista Marco Chiarini, l’attore Nicola Nocella, la regista Selene Colombo, il fotoreporter e documentarista Matteo Bastianelli, il reporter e documentarista Alessio Genovese, l’attore e regista Andrea Simonetti e il musicista e regista Claudio Merico.
Il programma del festival è consultabile sul sito ufficiale della manifestazione, all’indirizzo www.asfilmfestival.org e prevede tra le proiezioni il cortometraggio “Omero bello-di-nonna” di Marco Chiarini, interpretato da Nicola Nocella, Isa Barsizza ed Elena Di Cioccio e “Il sorriso di Candida”, di Rita Bugliosi e Angelo Caruso, che racconta il dramma dell’Alzheimer.
foto-asffAsff, sarà inoltre anche l’occasione per approfondire, con due focus, i temi legati al Sociale proposti dall’attualità; durante il primo, in collaborazione con la rivista “Confronti”, si parlerà ad esempio di “Frontiere e immigrazione” partendo dalla proiezione de “L’Ultima frontiera”, di Alessio Genovese, mentre il secondo focus sarà dedicato al caso Taranto e all’Ilva, per discutere le tematiche legate al diritto al lavoro e al diritto alla salute, partendo dal punto di partenza rappresentato dalla proiezione di “Alle corde”, girato dal regista tarantino Andrea Simonetti.
.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *