Bambini disabili: le lacune delle scuole italiane

Lug 10, 13 Bambini disabili: le lacune delle scuole italiane

In Italia il binomio che affianca i bambini alla disabilità è purtroppo spesso completamente dimenticato sia da un punto di vista istituzionale che della società. Questa tendenza alla trascuratezza si riscontra in diversi ambiti, ma in particolare, sul rispetto al raggiungimento reale dei loro diritti.

Ancora oggi la parola disabilità viene identificata esclusivamente come un handicap fisico, senza pensare al coinvolgimento che una disabilità può avere anche nell’ambito sociale, e con le barriere che sono purtroppo ancora esistenti.

Questo mancato coinvolgimento sociale porta sempre di più ad una emarginazione dei minorenni disabili, che si distaccano dal tessuto sociale con conseguenze molto negative sull’aspetto psicologico dei piccoli.

foto-disabiliSnocciolando qualche dato emesso dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) veniamo a conoscenza che nell’a.s. 2011/2012 gli studenti con disabilità sono stati 215.590 contro i 208.521 dell’anno precedente. In pratica in dieci anni c’è stato un aumento di presenza di bambini con disabilità di almeno il 51%. Di conseguenza l’aumento degli insegnanti di sostegno è del 12,1% dal 2011 al 2012.

Il problema dell’integrazione scolastica dei bambini con disabilità in Italia è davvero rivelante se si pensa che gli insegnanti di sostegno sono poco meno di 65mila. Con questi numeri la continua richiesta delle famiglia dell’aumento delle ore di sostegno diventa insostenibile (al momento in media le ore di sostegno sono di circa 12).

foto-barriere-architettonicheLa scarsità di ore porta i bambini con disabilità a partecipare limitatamente alle attività extra-scolastiche, circa uno scolaro su due. Una nota positiva si registra nella riduzione delle barriere architettoniche. Purtroppo il Sud rispetto al Nord registra ancora poche strutture a norma attestate intorno al 60-70% rispetto al 80-90% del Nord.

 .

di Anna Chianese


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.