Bambini e cani, convivenza difficile ma non impossibile

Lug 15, 14 Bambini e cani, convivenza difficile ma non impossibile

Bambini e cani, convivenza difficile ma non impossibile. Si parla spesso della convivenza nella stessa casa tra bambini e cani, tra chi si schiera a favore e chi la reputa un’eventualità non realizzabile. In realtà la convivenza tra i cani e i bambini è possibile, basteranno dei piccoli accorgimenti da seguire per permettere al piccolo di casa e all’amico a quattro zampe di poter condividere lo stesso tetto senza rischi per la salute di nessuno.

Bisogna partire dal presupposto che il cane subisce una sorta di stress emotivo nel momento in cui arriva in casa il bimbo e questo potrebbe indurlo ad assumere un’indole aggressiva nei confronti del nuovo arrivato, quindi sarà necessario prevenire questo possibile comportamento dell’animale già da prima dell’arrivo del bambino in casa, magari simulando la nuova routine casalinga a piccole dosi, modificando lievemente gli orari delle uscite e gli spazi dove recarsi per evitare bruschi cambiamenti che possano creare sofferenza al cane.

foto-bimba-caneNel caso vengano installati nell’abitazione dei cancelletti o qualsiasi altro tipo di limitazione all’accesso in certi ambienti, sarà opportuno premiare il cane con bocconcini o carezze nel momento in cui rimane nell’area delimitatagli, in modo che sia più facile per lui accettare anche questa modifica all’interno della propria casa.

Questi primi interventi sono necessari per rendere meno stressante l’arrivo del bambino, e una volta venuto al mondo sarà necessario far abituare il cane alla sua presenza, anche prima dell’arrivo a casa, magari facendogli annusare una coperta del bambino mentre questi si trova ancora in ospedale per poi presentarlo al momento dell’arrivo in un momento in cui il cane sia particolarmente tranquillo, preoccupandosi di tenere in considerazione il cane con carezze, facendo attenzione che non mostri timore e non forzandone l’avvicinamento, per evitare che possa diventare pericoloso per il bambino.

Sarà fondamentale non far sentire mai isolato il cane, dedicandogli il proprio tempo al primo momento utile, magari mentre il pupo dorme, d’altronde per renderlo felice basteranno pochi minuti di attenzione dedicata a lui con qualche gioco e coccola, e magari inserendo qualche novità negli spazi in cui deve restare confinato, come una coperta nuova o qualche nuovo giocattolo, utili per togliere al proprio animale ogni segno di possibile insofferenza in questo clima di cambiamento all’interno della casa, ed oggi facilmente reperibili anche online sui portali come perilcane.it e altri, che vendono prodotti per cani sul web.

foto-bambina-caneUna volta che cane e bambino sono insediati in casa sarà molto importante evitare di lasciarli da soli nello stesso ambiente anche nei primi anni del piccolo, in cui lui è sempre più incuriosito dall’ambiente circostante e tenterà di interagire col cane, che potrebbe reagire in caso di comportamento involontariamente fastidioso nei suoi confronti da parte del bambino. Nel momento in cui si decide di farli giocare insieme sarà opportuno assicurarsi che il cane abbia un’eventuale via di fuga all’esuberanza del bimbo, in modo da non aver bisogno di difendersi in maniera aggressiva.

La convivenza tra bambini e cani è quindi possibile e dopo un primo momento in cui sarà necessario prestare molta attenzione, si instaurerà un rapporto di amicizia tra i due che diventeranno compagni di giochi in stima reciproca.


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *