Bellezza mamma: i cibi che aiutano a sbiancare i denti

Nov 04, 14 Bellezza mamma: i cibi che aiutano a sbiancare i denti

La bellezza non passa solo dalla moda e dal make-up ma anche e soprattutto dalla salute e dal sorriso; un sorriso che se “bianco” è ancora più luminoso ed affascinante. Ma come sbiancare i denti in modo naturale a casa? E’ possibile avere denti bianchi senza per forza ricorrere a cure costose dal dentista?
Certo che è possibile; e lo è proprio a cominciare dalla tavola, motivo per cui, ecco bellezza mamma: i cibi che aiutano a sbiancare i denti ! Si si avete capito bene, perchè per avere e mantenere denti bianchi è per così dire sufficiente, avere un’alimentazione corretta, che mentre abolisce i cibi che tendono a macchiare i denti, predilige quegli alimenti che contribuiscono a lucidare lo smalto in modo naturale.
foto-denti-bianchiStop quindi a caffè, vino o tutta una serie di altri cibi che possono contribuire a macchiare i denti e via libera al fatto di masticare cibi crudi e croccanti, che non macchiano i denti, come le mele, il sedano, le carote o le mandorle, che dovranno essere mangiati lentamente, per produrre più saliva, preziosa per annientare i batteri. Ma quali cibi mangiare più spesso a tale scopo? Andiamo a scoprirlo con una preziosa top 10 degli alimenti utili per avere denti più bianchi:

  1. il sedano e le carote, che secondo la dentista solistica Lana Rozenberg, aiuta nella masticazione a produrre saliva che neutralizza i batteri che causano la carie, oltre che per la sua croccantezza, massaggiando le gengive e daiutando la pulizia degli spazi interdentali;
  2. le fragole che contengono enzimi che aiutano a sbiancare i denti;
  3. i semi di sesamo, benefici per i denti poiché contengono calcio di origine vegetale prezioso per proteggere le ossa, i denti e le gengive;
  4. il te’ verde, particolarmente consigliato per proteggere i denti grazie alla catechina contenuta, ossia una sostanza che aiuta ad annientare i batteri che trasformano gli zuccheri in bocca e sui denti in placca. Tè che Mindy Green, direttore di ricerca presso la Herb Research Foundation di Burden, consiglia di bere almeno 5 volte al giorno;
  5. i kiwi sono un alimento molto ricco di vitamina C, al cui carenza può provocare problemi a livello delle gengive, rendendole più fragili e sensibili all’azione dei batteri;
  6. le mandorle e le noci, oltre che i semi, se masticati per bene, aiutano a rimuovere le macchie e la placca dalla superficie dei denti, secondo il dottor Matthew Messina, portavoce dell’American Dental Association, senza dimenticare che la frutta secca è ricca di proteine e grassi salutari;
  7. le cipolle ed i broccoli, che benchè specie i primi, non siano l’alimento consigliato in una cena “a due”, sono considerati un alimento benefico per i denti, essendo due verdure che non macchiano lo smalto, specie secondo Matthew Messina, se mangiate crude, aiutando così a massaggiare le gengive ed a ripulire e spazzolare i denti in modo naturale, senza dimenticare che specie le prime, fanno nascere in chi le mangia, il bisogno di lavarsi i denti a fine pasto/cena, mantenendoli così più puliti;
  8. foto-denti-bianchi-mammale mele, che secondo il vecchio proverbio, tolgono il medico di torno ma anche il dentista, in quanto la loro croccantezza non solo rafforza le gengive, ma aiuta a pulire i denti naturalmente, rendendoli più bianchi, in quanto come ricorda il dottor Irvin Smigel dell’American Society for Dental Aesthetics, aiutano a neutralizzare i batteri che causano placca e alito cattivo;
  9. il prezzemolo, la salvia e la menta, le cui foglie si possono masticare dopo i pasti per mantenere l’alito fresco, proteggere i denti e nel caso della salvia a sbiancare i denti;
  10. i funghi Shiitake, considerati un alimento benefico per i denti, in quanto contengono un tipo di zucchero capace di prevenire la formazione di batteri che provocano la placca nel cavo orale. Si possono usare sia freschi, che secchi.

.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *