Bimba con la sindrome di Down, diventa una principessa Disney

Apr 30, 15 Bimba con la sindrome di Down, diventa una principessa Disney

Giselle è una bimba di 4 anni, con la sindrome di Down, che grazie alla sua mamma Kristina, ha realizzato il suo sogno più grande: diventare una principessa Disney!
Quasi tutte le bambine sognano di essere delle principesse, al pari delle famosissime Cenerentola, Aurora, Jasmine e le altre famose di casa Disney, ma la maggior parte di loro, si “limitano” ad indossare gli abiti delle loro beniamine; ma Giselle ha potuto vivere qualcosa di più grande e spettacolare.
La mamma di Giselle infatti, Kristina Bewly, è una fotografa della Florida, che lavora con i bambini disabili proprio come la sua piccola ed è proprio per questo motivo, ha deciso di farle un dono incredibile, per dimostrare che anche lei, come tutti i bambini, speciali e non, hanno tutto il diritto di inseguire i propri sogni!
foto-bimba-sindrome-down-auroraCosì, lo scorso settembre Giselle e la sua famiglia, avevano visitato Disney World per la prima volta e quell’atmosfera magica e speciale ha colpito così tanto la piccola, che da allora tutta la famiglia ci ritorna una volta al mese; ogni volta la piccola Giselle si traveste da una delle principesse sue beniamine e posa per la sua mamma in location da fiaba!
La bimba ha dimostrato davanti alla macchina fotografica di essere una perfetta modella, bella e professionale; e così, la sua mamma ha realizzato una serie di servizi fotografici da sogno, realizzando il desiderio della sua bimba, che è diventata Cenerentola, Anna di “Frozen”, Rapunzel, Cenerentolo, Jasmine e molte altre, delle principesse Disney.
Foto a dir poco incantevoli, nelle quali questa splendida bambina, dimostra di essere diversa, solo quanto alla sua grande bellezza ed immensa dolcezza, come racconta anche mamma Kristina, che ha dichiarato:
foto-bimba-sindrome-down-jasmine“E’ stata un’esperienza molto divertente. Gisele ci ha insegnato a rallentare e ad assaporare la bellezza di ogni momento” quindi ha aggiunto “Non voglio essere di parte, ma credo che mia figlia sia bella, proprio come ogni altra bimba di 4 anni.” ed ha precisato “Voglio che sia trattata allo stesso modo di tutti gli altri suoi coetanei”.


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.