Bimbi e calazio

Ago 26, 13 Bimbi e calazio

A cura di: Ufficio Stampa «Calazio.it»

Il calazio è un’affezione dell’occhio che può presentarsi all’esterno, all’interno oppure sul lembo di chiusura della palpebra. Si differenzia dall’orzaiolo perché è una patologia derivante da una chiusura anche parziale del dotto lacrimale mentre quest’ultimo è un’infezione di natura virale o batterica. Maggiori informazioni di natura scientifica le potete trovare sul sito http://www.calazio.it/

I primi sintomi con il quale il calazio si presenta è un rossore accentuato e la successiva formazione di una pallina di buona consistenza. L’applicazione di pomate antibiotiche consentirà la completa guarigione in alcune settimane, salvo complicazioni.

foto-calzio-bimbi.La calaziosi colpisce l’apparato visivo di qualsiasi essere umano indipendentemente dall’età: anche sugli occhi dei bambini possono presentarsi i calazi in maniera ricorrente. La problematica, nel caso dei bimbi, è sicuramente più seria poiché al primo sintomo di prurito tendono a sfregarsi le palpebre e il dotto lacrimale con le mani facendo aumentare il rischio di danni alla palpebra e alla cornea. E’ molto probabile che durante la malattia possano comparire, sugli occhi dei nostri figli, delle crosticine che sono dovute alla rottura superficiale del derma sovrastante alla cista infiammata.

foto-calzio-bimbi..Mentre per gli adulti è possibile un tentativo di risoluzione del calazio attraverso l’applicazione dei rimedi naturali come impacchi di acqua tiepida e camomilla, nel caso dei bimbi tutto ciò è assolutamente sconsigliato.

Il consiglio spassionato che diamo ai nostri lettori è di portare il proprio infante dal pediatra al primo segno di ingrossamento della palpebra per valutare la situazione generale ed evitare eventuali e pericolose complicanze.

 .

 


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.