Bimbo down abbandonato alla nascita dalla mamma, salvato dalla rete

Feb 17, 15 Bimbo down abbandonato alla nascita dalla mamma, salvato dalla rete

Leo è un bambino con la sindrome di down, che per questa suacolpa è stato abbandonato alla nascita dalla madre, o per meglio dire dalla donna che lo ha partorito, la quale lo ha considerato motivo di imbarazzo per lei stessa e per la sua famiglia.
Parole ed una motivazione che ha dell’incredibile ma che hanno visto di fatto Ruzan Badalyan, madre naturale del piccolo Leo, abbandonarlo dalla madre per la vergogna, in quanto considerato motivo di imbarazzo per la famiglia della donna, che ha deciso di non prendersi cura di lui, ma non solo!
foto-leo-bimbo-down-abbandonatoEbbene si, perchè la donna, come racconta “Leggo“, non solo si è rifiutata di guardare e toccare il suo bambino, sostenendo fermamente che sarebbe stata una vergogna per tutta la famiglia, ma ha persino chiesto al padre del bambino di scegliere tra lei e lui. Proprio così, perchè Ruzan Badalyan, a poche ora dal parto, avvenuto in Armenia, ha infatti chiesto al marito e neo-papà Samuel Forrest, di scegliere tra lei, sposata circa 18 mesi prima, ed il figlio appena nato e tanto atteso.
Samuel Forrest non ha esitato infatti a rispondere ad un simile ultimatum, non solo – si fa per dire – scegliendo il piccolo Leo, ma accettandolo con immensa gioia e non accettando assolutamente per contro, l’idea che suo figlio, potesse essere abbandonato in alcun modo, tanto meno poi, per “colpa” della sua invalidità!
Il neo-papà intrapreso quindi questo suo nuovo cammino
di genitore single di un bimbo con la sindrome di down, ha pensato però di chiedere aiuto alla rete ed ha quindi chiesto al web una raccolta fondi per potergli permettere di tornare in Nuova Zelanza,
a casa sua, con suo figlio per farlo crescere e vivere in un luogo in cui non sarà vittima di discriminazioni; non disponendo della cifra necessaria per il viaggio. foto-like-facebook
Ebbene, la petizione, chiamata Bring Leo Home, in poche ore ha superato quota ben 170.000 dollari, ossia circa quasi 150.000 euro, e la cifra cresce di ora in ora; per cui Samuel, non solo potranno tornare a casa con Leo, grazie ai soldi della raccolta e pensare al suo futuro, ma potrà anche aiutare e sostenere i genitori con figli disabili in Armenia.
Una triste storia, che ha fortunatamente un lieto fine!
.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *