Carie nei bambini in aumento, le linee guida del Ministero della Salute

Feb 06, 15 Carie nei bambini in aumento, le linee guida del Ministero della Salute

Monito che arriva dal Ministero della Salute, che raccomanda di prestare attenzione ai denti dei bambini e degli adolescenti, che possono essere protetti con semplici regole che sono state pubblicate sul sito proprio del Ministero.
Secondo quanto riferisce il Ministero infatti, nel nostro Paese soffre di carie a 4 anni circa 1 bimbo su 5 ossia circa il 21,6%, mentre all’età di 12 anni il fenomeno coinvolge persino 1 ragazzo su 2 con una percentuale del 43,1%.
Ma ecco cosa prevedono le linee guida per preservare la salute dei denti, pubblicate sul sito del Ministero:

  • un’alimentazione sana ed equilibrata, con pochi zuccheri, aiuta a prevenire la carie e la prematura perdita dei denti;foto-spazzolino-da-denti
  • tenere alla larga energy drink e i soft drink ricchi di zuccheri, che essendo acidi possono rovinare lo smalto, motivo per cui se consumate, meglio ricorrere alla cannuccia ed attendere un pò di tempo prima di lavare i denti, per non peggiorare la situazione;
  • visite odontoiatriche, sono preziose per favorire la diagnosi tempestiva di disturbi dell’alimentazione, spesso nascosti nelle variazioni di colore, forma e lunghezza dei denti;
  • per evitare paradontiti, occorre poi un rifiuto di fumo, di alcol e droghe, che provocano alterazioni cellulari e della vascolarizzazione e contribuiscono a ridurre lle difese immunitarie, favorendo tumori del cavo orale, malattia parodontale, che causa la perdita dei denti ed in particolare le bevande ricche di zuccheri, danneggiano lo smalto, rendendolo meno duro e facilmente asportabile e possono creare acidosi orale e carie dentali;
  • molto importante il fluoro;
  • in caso di piercing, è consigliata particolare attenzione all’igiene; inoltre è consigliato sciacquare la bocca almeno 2 volte al giorno con acqua e sale;
  • una corretta assunzione di frutta e verdura, ricchi di vitamine, contribuisce anche alla salute orale, mentre di contro, una dieta povera di questi alimenti può portare a carenze vitaminiche, che specie in assenza di una buona igiene orale, può facilitare l’insorgere di lesioni e patologie gengivali;
  • foto lavare dentil’apporto di alimenti ricchi di fibre, come frutta, verdura, cereali, contribuisce a detergere i denti e a stimolare la produzione di saliva, ricca di sostanze salutari per il benessere dei tessuti dentari, che aumentano il ph della placca;
  • i fermenti lattici per chi non lo sapesse, contribuiscono alla cura e alla salute dei denti.

Il presidente della Sip, cioè Società italiana di pediatria, Giovanni Corsello, si rivolge quindi in particolare al target dei preadolescenti e dgli adolescenti, fascia d’età non più sotto il controllo diretto di mamma e papà, quanto alle corrette regole di igiene orale e fa leva sui corretti di stili di vita, quale strumento di prevenzione delle malattie del cavo orale.
Il vademecum del Ministero della Salute mira a far imparare, fin da bambini, che bisogna avere cura dei propri denti e che bisogna investire nella prevenzione per migliorare la qualità della vita e il benessere della popolazione.
I consigli sono stati stilati da 15 esperti dell’igiene orale e rientrano nel programma “Guadagnare Salute” del Ministero della Salute, per la promozione di un sano e corretto stile di vita.
.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *