Come curare i bambini in maniera naturale

Dic 02, 13 Come curare i bambini in maniera naturale
Come curare i bambini in maniera naturale. c perchè come spiegano anche i più grandi luminari di Pediatria e i pediatri, lo si può fare, usando metodi naturali, in grado di fornire molteplici benefici. Secondo recenti studi, infatti, i rimedi della nonna sono efficacissimi, l’importante è assumere alimenti ricchi di vitamina D, come i latticini (il famoso latte caldo col miele, per esempio), il tuorlo d’uovo e il pesce azzurro, oltre all’olio di fegato di merluzzo.

E’ normale che i bambini si ammalino: dal primo anno fino a quando andrà a scuola, il bimbo può arrivare ad avere 5 o 6 infezioni respiratorie all’anno come 8-9. Le cause sono da ricercare nell’immaturità del sistema immunitario (ma che si rafforzerà con la crescita e, appunto, ammalandosi) e la riduzione delle difese immunitarie

foto-cure-naturaliNei primi anni di vita, il sistema immunitario del bambino non è perfettamente in grado di affrontare i vari agenti infettivi, cosa che farà nei prossimi 4 anni di vita: per questo è bene che il bambino si ammali da piccolo.

Anche quando le difese saranno a pieno regime, però, non significa nulla: finché l’agente infettivo non sarà localizzato, non entreranno in azione, questo perché manca la memoria immunologica.

Ecco perché prevenire è meglio che curare, e curare i bambini con i metodi naturali riduce il rischio di effetti collaterali e cosa non meno importante, permette di risparmiare molti soldi rispetto alle comuni medicine. E’ ovvio che anche se di metodi naturali si tratta, essi devono essere assunti dopo una consultazione con il proprio medico di fiducia, per valutare il quadro clinico.

foto-propoliCome curare i bambini in maniera naturale. A rigardo ad esempio, usare l’echinacea e la propoli aiuterebbero le difese immunitarie, mentre lo zinco fa bene solo se si è carenti di questo minerale. Aiuta molto assumere alimenti ricchi di vitamina D: chi si ammala di otite acuta, nella maggior parte dei casi, è carente di vitamina D.

Esistono anche terapie farmacologiche, come l’assunzione di stimolanti del sistema immunitario e il vaccino antinfluenzale, oppure i vaccini, che aiuterebbero per la prevenzione in alcuni casi o la manifestazione in forma leggera delle patologie.

.

di Elisabetta Coni


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.