Congedi parentali giornalieri: cosa spetta al papà?

Ott 10, 14 Congedi parentali giornalieri: cosa spetta al papà?

Quando nasce un bambino sia la neomamma che il neopapà, hanno la possibilità, secondo quanto dispone la legge, di usufruire del cosiddetto congedo parentale, in passato conosciuto comunemente anche come astensione facoltativa  – e talvolta erroneamente chiamato anche permesso parentale – per un periodo di 6 mesi, anche frazionabile, durante i primi 8 anni di vita del bambino; periodo che però ha modalità diverse per quanto riguardo mamme e papà.
Per le mamme infatti, le leggi in vigore prevedono l’astensione obbligatoria dal lavoro da 2 mesi o  1 mese prima del parto, fino al 3° mese o 4° mese dopo la nascita del bambino – salvo usufruire per contro, dei famosi incentivi economici, altrimenti detti, bonus bebè – dopo il quale ha diritto ad un periodo continuativo o frazionato non superiore a 6 mesi. Se ci si trova però nel caso di genitore unico, il congedo si estende ad un periodo fino a 10 mesi.
foto congedo parentaleQuanto invece al congedo di paternità, sono previsti periodi di astensione dal lavoro minori e molto differenti, rispetto alle mamme. In particolare sono stati introdotti per i papà dei bambini nati dal 1° gennaio 2013, i nuovi condegi parentali giornalieri. Scopriamoli insieme:

  • i papà che sono lavoratori dipendenti hanno diritto ad 1 giorno di congedo obbligatorio, che deve essere usufruito entro i primi 5 mesi di vita del neonato, con una indennità pari al 100% della sua retribuzione;
  • i papà, lavoratori dipendenti, sempre entro i primi 5 mesi di vita del bambino, possono usufruire di altri 1 o 2 giorni di congedo facoltativo, retribuito sempre al 100%;
  • il congedo di paternità è concesso solo in alcuni determinati casi, come ad esempio la morte o la grave infermità della mamma, l’abbandono del bambino da parte della mamma, affidamento esclusivo al papà, totale o parziale rinuncia della mamma che lavora, al congedo di maternità.

foto-congedo-parentaleL’indennità per il congedo parentale di maternità e di paternità, sono erogate dall’Inps, previa domanda, che deve essere inviata via web sul sito dell’Inps, oppure rivolgendosi direttamente presso lo sportello Inps, o tramite un patronato per farsi assistere nell’invio della richiesta.
L’Inps a riguardo, ha messo a disposizione degli utenti online, un video che riassume tutti i punti principali relativi al congedo parentale.
.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.