Coppetta mestruale: come si usa e quali le controindicazioni

Mar 09, 15 Coppetta mestruale: come si usa e quali le controindicazioni

La coppetta mestruale, il nuovo e rivoluzionario metodo per il ciclo mestruale, a dispetto delle prime diffidenze sta prendendo piede e sempre più donne decidono di “mandare in pensione” assorbenti e tamponi interni!
Ma come funziona la coppetta mestruale? La coppetta mestruale come dal suo nome è una sorta di raccoglitore del flusso (fatta di sostanze plastiche o gomme naturali), con la forma di imbuto, che va inserito in vagina quando compare la mestruazione.
foto-tipi-coppetta-mestrualeMa attenzione, non tutte le coppette mestruali sono uguali ed ogni donna, deve scegliere quellagiusta” in base all’entità del flusso mestruale, alla sua età e ad eventuali gravidanze precedenti, tra le 3 taglie in commercio:

  • S: per donne che non hanno partorito, con un flusso medio o scarso, o mamme con un pavimento pelvico molto tonico;
  • L: per mamme e donne con flussi mestruali abbondanti;
  • M: di misura media, tra le altre due taglie.

E’ chiaro però che la fisionomia di ogni donna è diversa, così come quella della coppetta a seconda del brand (la misura “S” di una marca, può equivalere alla “M” di un’altra); per cui, il consiglio è di provare varie soluzioni in commercio (in farmacia, in erboristeria o altro), prima di scegliere la coppetta mestruale “giusta”.
E proprio dalle sostenitrici della coppetta mestruale, arrivano molti pareri positivi: quanto al risparmio economico (una coppetta mestruale costa dai 13 ai 35 €, per una durata di 5 – 10 anni), alla minor produzione di materiale usa-e-getta inquinante per l’ambiente, all’esclusione del rischio di sindrome da shock tossico.
foto-inserimento-coppetta-mestrualeMa attenzione, perchènon è tutto oro quel che luccica”; infatti benchè la coppetta mestruale può essere usata fin dalla prima mestruazione ed essere associata all’uso della maggior parte dei contraccettivi femminili (anche con la spirale o il diaframma, che non interferiscono l’un l’altro), non deve essere assolutamente inserita contemporaneamente all’anello contraccettivo!
Inoltre, è da evitare l’uso contemporaneo di lubrificanti, detergenti oleosi e oli essenziali, che potrebbero danneggiare la coppetta mestruale; e ancora, il suo uso è sconsigliato nelle settimane successive ad un parto naturale, ad un aborto, ad una colposcopia o ad un intervento chirurgico locale.
Per un uso corretto della coppetta mestruale è inoltre fondamentale che sia sterilizzata al primo utilizzo e che, dopo essere stata svuotata, sia ogni volta opportunamente sciacquata e pulita, con un detergente intimo.

.

La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *