Creme protettive da pannolino: ecco quelle dannose

Ago 27, 13 Creme protettive da pannolino: ecco quelle dannose

Una domanda che indubbiamente molte mamme e molti papà si pongono o si sono posti è: cosa c’è dentro le creme e le paste protettive, usate al cambio del pannolino del mio bambino? Quali ingredienti contengono?

Domande legittime e doverose, perchè è importante e fondamentale sapere cosa si mette addosso al proprio bambino, specie nella tenerissima età, considerando peraltro la zona estremamente delicata del corpo dei neonati, nella quale vengono applicate ad ogni cambio del pannolino.

foto-cambio-pannolinoLe creme e paste antiarrossamento agiscono infatti proprio nella zona degli organi genitali dei bambini, per cui, è bene e doveroso usare per così dire un occhio di riguardo in più agli ingredienti che contengono, prestando la massima attenzione a che quella utilizzata con il proprio bambino non contenga il phenoxyethanolo, un conservante che ha possibili effetti tossici sulla riproduzione e sullo sviluppo del bambino.

E’ dello scorso novembre infatti l’invito dell’Ansm, l’Agenzia nazionale francese per la sicurezza dei medicinali e dei prodotti sanitari a non usare il phenoxyethanolo, ossia il fenossietanolo, nei prodotti che sono applicati sui glutei – come appunto le creme protettive o le salviettine profumate, in quanto il phenoxyethanolo non è altro che un conservante usato nei cosmetici, da tempo “sotto controllo” per i suoi possibili effetti tossici sulla riproduzione e sullo sviluppo.

Un possibile pericolo sempre più concreto, che ha portato l’Ansm a raccomandare di non usare il composto nei prodotti destinati ai bimbi sotto i 3 anni di età, in attesa che anche le autorità europee competenti, procedano a valutare il caso e quindi i possibili rischi.

Nell’attesa di questa valutazione comunque, il settimanale “Il Salvagente ha pubblicato i risultato di un test sull’uso delle paste protettive per il cambio dei neonati, dal quale è emerso che 6 su 15, sono state come si suol dire “colte in fallo“, per la presenza del pericoloso conservante, ossia:

  • Fissan Baby – Protezione E Natura;
  • Babygella – Pasta Protettiva;
  • Avène Pediatril – Crema Per Il Cambio;
  • Chicco – Pasta Lenitiva;
  • Dermogella Bébé – Baby Paste;
  • Fissan Baby – Pasta Alta Protezione.

Per contro invece alcune creme e paste che sono risultate utilizzabili, in quanto prive di fenossietanolo sono:

  • Weleda – Baby Crema Protettiva Alla Calendula;
  • Puris Baby Care – Pasta Protettiva;
  • Pasta Hoffman – Lenitiva Antiarrossamento;
  • foto-cambio-pannolino..Nivea Baby – Pasta Protettiva Emolliente;
  • Mustela;
  • Aveeno Baby – Crema Barriera;
  • Johnson’s Pediatric – Baby Pasta Protettiva;
  • Penaten – Pasta Protettiva;
  • A-Derma – Eryase Crema

In ogni caso, l’invito del Salvagente al quale ci aggiungiamo è quello di privilegiare prodotti naturali coi i bambini, che non solo siano privi di phenoxyethanolo ma per quanto possibile anche di parabeni e petrolati, sostanze di bassissima qualità, rispettivamente conservanti e gel ottenuti dal petrolio, purtroppo diffusissime in questi cosmetici.

.

di Mamma Melacotta


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.