Ecografie addio: i feti si vedranno con gli ologrammi in 3D

Nov 28, 14 Ecografie addio: i feti si vedranno con gli ologrammi in 3D

E’ indubbio, uno tra i più grandi desideri, se non il più grande desiderio per una coppia di futuri mamma e papà, è quello di poter vedere il proprio bambino durante i nove mesi della cosiddetta dolce attesa, per sbirciare com’è il suo visino e tentare di scoprire a chi assomiglierà di più!
Un desiderio ad oggi esaudito in parte con le normali ecografie, ma che nel prossimo futuro potrebbe realizzarsi appieno, grazie niente poco di meno che ad un ologramma in 3D!
Si, si avete capito bene, perchè proprio questa è la nuova tecnica messa a punto dalla Philips, dall’azienda israeliana Real View, in collaborazione con lo Schneider Children’s Medical Center di Petach Tikva, in Israele, e che permetterà alle mamme ed ai papà, di vedere i bambini in 3 dimensioni, potendoli osservare per bene, in particolare, avendo modo di analizzare in maniera più approfondita, gli organi interni.
foto-ologramma-3d-bambinoUna grande invenzione ed una vera e propria rivoluzione, non solo per la grande possibilità data ai futuri genitori di poter conoscere in anteprima il proprio bambino, ma soprattutto per tutta la chirurgia, che potrà seguire lo sviluppo dei feti dei bimbi in 3D, grazie a schermi in fase di sviluppo, che mostreranno in tre dimensioni i neonati, ancora nel grembo della mamma.
Lo studio pilota è stato condotto su 8 donne in dolce attesa, in collaborazione con lo Schneider Children’s Medical Center di Petach Tikva, in Israele ed ha consentito di visualizzare grazie al sistema Real View, le immagini olografiche interattive e in 3 dimensioni, acquisite tramite i sistemi a ultrasuoni cardiaci e l’interventistica a raggi X della Philips, del cuore dei pazienti.
I medici hanno infatti potuto vedere sullo schermo il cuore dei piccoli pazienti a 2 dimensioni e l’immagine oleografica dell’organo a 3 dimensioni, che fluttuava nell’aria senza l’ausilio di occhiali speciali, potendo così agire sulle strutture del cuore proiettato, toccando la struttura a 3 dimensioni, sospesa nel vuoto di fronte a loro.
foto-ologramma-cuoreUna nuova tecnica l’olografia medica in 3D, che come ha sottolineato Aviad Kaufman, amministratore delegato della RealView Imaging Ltd, indubbiamente giocherà un ruolo importante nel prossimo futuro, consentendo di migliorare, l’assistenza ai malati, consentendo di identificare eventuali disfunzioni degli organi e di intervenire tempestivamente in caso di necessità.
.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.