Educazione: come rimproverare un bambino e farlo sentire amato

Lug 15, 14 Educazione: come rimproverare un bambino e farlo sentire amato

Educazione: come rimproverare un bambino e farlo sentire amato. Una domanda che molti genitori si pongono è: come rimproverare mio figlio, facendolo sentire amato?
Sgridare un bambino non è infatti cosa facile, ha le sue difficoltà e controversie, ma l’educazione fa parte dei compiti di un genitore, senza dimenticare che per il bene del bimbo stesso è indispensabile disciplinare alcuni suoi comportamenti, in particolare se difficili da gestire o da tollerare.
Un compito quindi quello dello sgridare un bambino già di per sé non facile ma che diventare ancor più difficile se assale mamma o papà il dubbio che il bimbo possa non sentirsi amato: che fare?
foto-sgridare-bimboEbbene, in aiuto di mamma e papà arriva “La sgridata di un minuto” di Gerard E. Nelson, uno psichiatra infantile americano, per il quale, il metodo “The one minute scolding”, si rivela valido in diversi contesti per migliorare il rapporto tra il bambino e l’adulto.
In parole povere, per educare un figlio facendolo sentire amato, non è necessario rimproverarlo per tanto tempo, perchè basta solo un minuto, fatto però al momento del fatto e riferito solo e soltanto a quella situazione; l’attenzione di un bambino è infatti limitata nel tempo, perchè egli non ha una chiara definizione spazio-temporale ed è quindi difficile per lui ricordare eventi precedenti.
Detto questo, va da sé comunque che lo stile genitoriale è fondamentale e funzionale allo sviluppo equilibrato del bambino ed alla sua autostima; un comportamento autorevole con caratteristiche di fiducia, rassicurazione e cooperazione permette infatti di sviluppare nel bambino l’attività, la creatività, un buon adattamento sociale, un’aggressività moderata e funzionale alla sua auto-realizzazione, una buona autostima e senza alcune costrizione alle regole. E per aiutare tutte le mamme ed i papà nel difficile compito dell’educazione, ecco qualche piccolo consiglio per sgridare un bimbo facendolo sentire amato:

  • foto bimba sgridatamai biasimare un bambino in presenza di altri, ma farlo privatamente, perchè umiliarlo in pubblico mortificherebbe solo la sua autostima ed il suo senso di competenza, facendolo quindi di contro, diventare trasgressivo e prepotente;
  • è importante sempre motivare il rimprovero fatto al bambino, sulle possibili conseguenze delle sue azioni, sottolineando che il richiamo stesso è rivolto solo ed esclusivamente al suo comportamento;
  • è importante avere regole coerenti tra loro ed avere aspettative realistiche nei confronti del proprio bambino;
  • mamma e papà, dovranno mostrarsi uniti nella comunicazione e nell’attuazione delle regole di fonte al bambino;
  • i genitori devono essere rispettosi nei confronti del proprio bimbo, dei suoi bisogni e dei suoi desideri come essere umano, che può non essere perfetto;
  • è importante insegnare al bambino metodi di disciplina positivi, aiutandolo a comprendere i suoi comportamenti sbagliati, da evitare in futuro, magari cercando con lui una soluzione;
  • ricompensare il bambino quando si è comportato bene, lo aiuta a rinforza l’atteggiamento positivo ed il rispetto delle regole;
  • preferire la comunicazione col bambino, a dispetto della sculacciata o al castigo, metodi storici di educazione!

.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.