Estate e sole: come scegliere la crema solare giusta per il bambino

Mag 27, 14 Estate e sole: come scegliere la crema solare giusta per il bambino

Estate e sole: come scegliere la crema solare giusta per il bambino. L’estate è ormai alle porte e sia grandi che piccini, iniziano ovviamente a pensare ai primi bagni di mare e di sole, ma attenzione, perchè se da una parte è vero che il sole e l’aria di mare in particolare risulta una terapia ricostituente per i più piccoli, dall’altra è vero che proprio specie i più piccoli, vanno protetti dai raggi solari!

Ecco quindi perchè è immancabile nella borsa del mare, per i più piccini in primis, ma anche per mamma e papà, una buona crema solare, in grado di proteggere tramite filtri chimici (danneggiano la pelle) e fisici (surriscaldamento cutaneo). E proprio a riguardo, la classica domanda è: quale crema solare scegliere? Come sceglierla?

foto-crema-solare-bimboEbbene, la prima cosa da sapere è che non esiste crema che protegga totalmente dall’azione dei raggi solari sulla pelle – come ha tenuto a togliere l’Unione Europea nelle descrizioni – ma l’indicazione FP o Spf sulle creme indica il fattore di protezione della crema stessa, ovvero di quante volte si allunga l’esposizione al sole con la protezione, essendo protetti da un eventuale eritema.

Nel caso specifico dei bambini quindi e nel caso di soggetti con pelle chiara o delicata, è bene quindi sapere che bisogna iniziare con la protezione più alta, intorno ai +50 Spf – ove il fattore Spf indica la protezione dai raggi UVB, responsabili di ertiemi e scottature -.

Quanto quindi ai raggi solari bisogna chiarire che si differenziano a seconda dell’azione sulla pelle, in UVA, UltraVioletti a onde lunghe e in UVB, a onde medie; ove i primi sono meno dannosi, benchè responsabili dell’invecchiamento della pelle, mentre le elevate intensità dei secondi, causano eritemi, danni agli occhi, ustioni ed a lungo andare, possono provocare melanomi o altri tipi di tumore.

Estate e sole: come scegliere la crema solare giusta per il bambino. E’ chiaro quindi che come consigliano i dermatologi, è necessario esporsi al sole in modo corretto:

  • preferendo il mattino, evitando le ore centrali (dalle 11:00 alle 16:00);
  • dopo essersi protetti con creme protettive, ripetendo l’applicazione più e più volte, specie dopo ogni bagno;
  • proteggendosi con delle lenti ed un cappello dal sole;
  • bagnandosi di tanto in tanto onde rinfrescarsi.

foto-bimba-soleIn conclusione, è bene sottolineare inoltre di scegliere per il proprio bambino una crema solare senza allergeni e senza sostanze potenzialmente allergiche – in virtù della cute delicata del bimbo – prestando particolare attenzione inoltre alla composizione delle creme solari ed a riguardo, in caso di qualsiasi dubbio su un prodotto, ogni mamma (o papà) potrà consultare l’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) onde verificare eventuali sostanze innocue, o meno.

Ricordando infine che i raggi solari aiutano ad aumentare la produzione di Vitamina D nella pelle, preziosa per l’assorbimento del calcio e del fosforo ed in alcune funzioni neuromuscolari: buona abbronzatura a grandi e bambini!

.

di Mamma Melacotta


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.