Famiglia: come spiegare il divorzio ai bambini

Nov 11, 14 Famiglia: come spiegare il divorzio ai bambini

Una volta il divorzio era quasi una vergogna da tenere segreta, poche, per non dire pochissime le coppie che si lasciavano; mentre oggi è una realtà, che fa parte della nostra società e che vede numerose le coppie di sposi o di genitori, che decidono di lasciarsi.
Tante infatti non solo le coppie senza figli, ma anche le mamma ed i papà, che vuoi perchè l’amore svanisce, o perchè non vanno più d’accordo o per qualsiasi altro motivo, che prendono strade diverse e si ritrovano ad interrogarsi sulla questione famiglia: come spiegare il divorzio ai bambini ?
foto-divorzio-con-figliEbbene sì, perchè l’unica complicazione – se così vogliamo dire – di una separazione e/o di un divorzio tra una coppia, sono i bambini, ai quali è importante far capire cosa sta succedendo, senza mai mentire; un errore che sarebbe davvero gravissimo, in quanto seppur i bambini possono non comprendere perfettamente quello che stà accadendo tra mamma e papà, hanno pur sempre diritto all’onestà, che è loro necessaria, per maturare con i loro temi, la verità.
Una verità che, una volta decisa la separazione tra la ex coppia, deve essere spiegata loro nel modo più semplice possibile e con un pizzico per così dire didolcezza”, ossia ad esempio:Mamma e papà non si amano più, ma si vogliono ancora tanto, tanto bene – anche se non è vero – e soprattutto ne vogliono e continueranno sempre a volerne a te, che sei e sarai sempre, la cosa più bella e preziosa al mondo, per ciascuno di noi.”.
Nel caso poi il bambino sia più grande, è possibile sedersi attorno a un tavolo o su un divano tutti insieme e parlare di quello che sta succedendo, rispondendo a tutte le possibili domande molto serenamente, facendogli capire, che né la mamma e né il papà, lo sta abbandonando!
La separazione avviene infatti tra i componenti della coppia e non certo dai figli, che purtroppo inn taluni casi si ritrovano invece ad essere messi in mezzo; attenzione: è fondamentale invece che i genitori, mettano da parte i reciprochi livori, per il bene e la serenità dei propri bambini!
foto-divorzioOggi come oggi, la formula di affido più diffuso è quello condiviso, che benchè sia potenzialmente ideale, in pratica destabilizza molto i bambini, che si ritrovano ad avere 2 case, 2 vite e la gestione del tempo diviso al 50%; va da sé infatti essere assolutamente comprensibile il fatto che è il bambino desideri resta a casa sua, ma in tal caso, il genitore che lascerà la casa dovrà parlare e a lungo con il bimbo, spiegandogli che anche se non abiterà più con lui, la sua presenza e il suo interesse per lui, non cambieranno.
A riguardo, potrebbe essere utile rendere partecipe il bambino nella ricerca e scelta della nuova casa, in ogni caso, l’accettazione della separazione/divorzio da parte del bambino deve essere graduale, non bisogna essere precipitosi e non bisogna soprattutto dimenticare, che ogni bambino ha bisogno di un suo tempo!
.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.