Feci del neonato: se ne vedono … di tutti i colori!

Nov 09, 13 Feci del neonato: se ne vedono … di tutti i colori!

Feci del neonato: se ne vedono … di tutti i colori! L’argomento non è da affrontare prima di mangiare, ce ne rendiamo conto, ma per  neo genitori è un problema serio. Iniziamo col dire che le feci dei bambini possono avere caratteristiche diverse a seconda del tipo di alimentazione del bambino.

Normalmente, i bambini allattati al seno hanno feci di color giallo vivo, con piccoli grumi biancastri, di consistenza molto morbida; in quelli allattati al biberon invece le feci assumono un colore più scuro, tendente al marrone, che diventa un marrone più deciso quando si incominciano ad assumere cibi solidi. Qualche volta il colore può subire delle variazioni, quindi non è il caso di preoccuparsi troppo. Anche la consistenza può avere una spiegazione: nei lattanti la cacca molle è un fenomeno fisiologico, mentre nel bambino svezzato deve richiedere attenzione solo se si tratta di un problema costante, altrimenti non ha alcuna importanza.

foto-feci-neonato-pannolinoVediamo quindi mamme  e papà nel dettaglio, le varie “sfumature del contenuto del pannolino“:

  • Feci di colore che tende al verde. Se la consistenza delle feci ed il numero di evacuazioni sono nella norma, feci verdastre non hanno significato , c’è da preoccuparsi se invece si associano a diarrea, perché è sintomo di una gastroenterite acuta, in cui si verifica un rapido passaggio della bile. Nei bambini già svezzati, anche un pasto particolarmente ricco di alimenti verdi, come gli spinaci, può determinare tale colorazione, oltre a chi assume degli integratori di ferro.
  • Feci con piccoli residui di cibo. E’ un evento abbastanza frequente a tutte le età. Se nel pannolino si vedono piccoli pezzetti di alimenti indigeriti, tipo piselli e carote significa che l’intestino ha subito un accelerato transito delle feci nel colon, che non dà ai batteri il tempo di svolgere il loro lavoro ed ecco che certi residui vengono espulsi così come sono. Non c’è da preoccuparsi.
  • Feci biancastre. E’ un fenomeno che può capitare nei primi giorni di vita e può essere il segnale di un problema alle vie biliari. Di solito, si accompagna ad un colorito giallo della pelle  chiamato ittero. Se si verifica, è opportuno far vedere il bambino dal pediatra subito.
  • Feci nere. Feci di colore nerastro possono essere evidenti dopo assunzione di ferro (anche se tendono al verde per la verità) o di particolari verdure. E’ bene però fare una visita dal pediatra, in quanto può anche essere sangue ingerito.
  • foto-feci-neonatoFeci con muco. Il muco è normalmente prodotto dal colon per espletare le sue funzioni fisiologiche, terminate le quali viene riassorbito. In alcuni casi, però, può capitare che ne ‘scappi’un po’: niente di preoccupante!
  • Feci con striature di sangue. La causa possono essere le ragadi o delle piccole ferite nella mucosa anale causate da feci dure e sono visibili dall’ano. Consultare il pediatra per capire come ammorbidirle e curare le ferite. La situazione si complica se non sono presenti tagli: può essere sintomo di una colite allergia al latte: in questo caso, la mamma, in caso di allattamento al seno, deve smettere di assumere alimenti fati con latte vaccino, mentre se si allatta via biberon, cambiare latte. Attenzione, però: le feci possono colorarsi anche perché nelle pappette possono esserci alimenti rossi, tipo fragole, pomodori o barbabietole. Prima di precipitarvi dal dottore, controllate!!

.

di Elisabetta Coni


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.