Firenze: al Careggi nasce la culla termica per i bimbi abbandonati

Gen 14, 13 Firenze: al Careggi nasce la culla termica per i bimbi abbandonati

Splendide notizie che arrivano da Firenze, ove all’Ospedale Careggi, da alcune settimane, è stata inaugurata una culla termica, per i bambini abbandonati.

Ebbene si, per andare in un certo senso incontro a tutte le terribili storie di bambini abbandonati per strada ed in situazioni a dir poco spaventose e disumane – come quella di quel bambino abbandonato nel water di un McDonalds – ecco che il Careggi, ha inaugurato una speciale culla termica, dedicata a tutti quei bambini, le cui mamme non possono o non vogliono tenerli.

Una soluzione che vorrebbe arginare i continui abbandoni di neonati in mezzo alla strada ed in situazioni penose e pericolose per bambini così piccoli, tanto da comprometterne la vita! Questa culla termica, sita in un’area protetta dell’ospedale stesso, intende infatti consentire alla neo-mamma di abbandonare il proprio figlio, pur preservandone la vita e consegnandolo in mano di personale competente e qualificato.

foto culla termica

La neo-mamma, dovrà semplicemente mettere il bambino in questa speciale culla, che ne curerà la temperatura, in modo totalmente anonimo e nella totale sicurezza che il personale, si attiverà subito per soccorrere ed assistere il nascituro, grazie a dei particolari sensori presenti nella culla che rilevano l’eventuale presenza del nascituro ed al fatto che l’area è costantemente video sorvegliata da remoto.

Ed ecco quindi, grazie al personale qualificato della struttura dell’Ospedale Careggi di Firenze, una chiara spiegazione, di come funziona questa speciale culla termica “In corrispondenza dell’accesso esterno alla struttura sono presenti una tapparella automatica termo-isolata, un citofono di comunicazione collegato con il reparto di terapia intensiva neonatale e un pulsante di comando”. In pratica, la neo-mamma dovrà semplicemente premere il pulsante, la tapparella si alza automaticamente, consentendo di posare il neonato nella culla termica, per poi chiudersi prontamente, onde mantenere il neonato al caldo ed al sicuro, in attesa che il personale, avvisato immediatamente, da un allarme acustico della presenza del neonato, lo soccorra tempestivamente.

foto neonatoIl bambino verrà infatti soccorso al volo e portato nel reparto di terapia intensiva o neonatologia, onde provvedere a fare tutti i controlli e gli accertamenti del caso, intervenendo altresì all’occorrenza, con le le cure opportune, sul piccolo paziente, ricoverato come “neonato non riconosciuto”, per il quale, verranno altresì subito avviate le pratiche per la sua adozione, onde prospettargli il miglior futuro possibile!

Di Mamma Melacotta


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.