Genitori non accettano figlio down e lo avvelenano

Mar 18, 14 Genitori non accettano figlio down e lo avvelenano

Genitori non accettano figlio down e lo avvelenano.Così ha smesso di soffrire” queste le parole proferite dai genitori del piccolo Lucas Ruiz, il bimbo di appena 17 mesi ucciso con del liquido disinfettante, perchè affetto da sindrome di down!

Una storia incredibile e terribile al contempo, che arriva dalla Louisiana, ove mamma Erika Wigstrom e papà Cesar Ruiz, che già in passato avevano già tentato di uccidere il loro bimbo, colpevole (a loro avviso) di essere down, lo scorso 24 gennaio ce l’hanno purtroppo fatta e sono finiti in carcere pochi giorni fa.

La coppia di genitori non aveva infatti mai accettato il fatto che il loro bimbo fosse affetto dalla sindrome di down e così a questa povera piccola vittima indifesa, è stata somministrata una dose letale di liquido “fai da te”, composta da liquido disinfettante per le mani, profumo e rum all’interno del tubo di alimentazione, al quale Lucas era attaccato.

foto-lucas-ruiz-bimbo-downUna dose letale per il piccolo Lucas, nato con una malformazione cardiaca che lo aveva visto ricoverato in un ospedale del New Orleans, ove però era deceduto poco dopo il suo arrivo; una morte improvvisa che il personale ospedaliero non si aspettava, tanto da disporre immediatamente l’autopsia al suo piccolo corpicino.

E proprio l’autopsia ha rivelato la terribile verità: nel sangue del bambino c’era un livello alcolemico pari a 0,280, che equivale a ben tre volte il limite consentito a un guidatore nello Stato americano!

Una vicenda ed un omicidio che ha dell’incredibile e che ha visto la mamma di Lucas, la 20enne Erika Wigstrom confessare di aver ucciso, con il marito coetaneo Cesar Ruiz, il figlio di 17 mesi, avvelenandolo, motivando (per così dire) durante l’interrogatorio questo terribile gesto con queste parole:

“Volevamo porre fine alle sue sofferenze” ed aggiungere “Il Signore ha voluto dare delle ali da angelo a Lucas per farlo tornare nel suo regno per sempre”,

foto-genitori-lucas-ruizUn omicidio peraltro, come è emerso in caserma già tentato dal padre in passato e che ha visto papà Cesar Ruiz arrestato per il tentato omicidio, iniettando del rum nel tubo di alimentazione di Lucas, che se l’era cavata (per così dire) con “danni cerebrali”.

Così oggi mamma Erika Wigstrom e papà Cesar Ruiz, sono finiti in carcere ove la donna dovrà rispondere di omicidio di primo grado, mentre l’uomo di atti di crudeltà nei confronti di un minore.

Una storia terrificante, sulla quale lasciamo a voi i commenti.

.

di Mamma Melacotta


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.