Gravidanza: cos’è il regolo ostetrico?

Ott 10, 14 Gravidanza: cos’è il regolo ostetrico?

Il regolo ostetrico, comunemente detto “ruzzola” o “rotellaè uno strumento usato dalle ostetriche e dal personale sanitario, per calcolare la data presunta del parto e l’esatta collocazione delle settimane di gravidanza, all’interno dei mesi dell’anno, per poter effettuare e quindi prenotare le visite e gli esami (del sangue, ecografie, eccetera) da effettuare onde controllare il buono stato della gravidanza.
E’ una prassi ormai trovare il regolo ostetrico nel corredo dei documenti che accompagnano la mamma in dolce attesa, ma è importante comunque ricordare, che essendo stampate, non sono corrette al 100% ma possono differire di 1-2 giorni l’una dall’altra.
foto-gravidanza-donnaLa gravidanza infatti non dura 9 mesi di calendario come in molti credono, ma 10 mesi lunari, cioè 40 settimane dall’inizio dell’ultima mestruazione alla data più probabile del parto; motivo per cui, una gravidanza fisiologica più concludersi tranquillamente tra 3 settimane prima a 2 dopo questa data (quindi tra 37 e 42 settimane) e questa variabilità di tempi, porta alla necessità di conoscere, in ogni momento della dolce attesa, in che periodo e settimana ci si trovi!
Ma come è fatto il regolo ostetrico? Lo strumento è composto da 2 dischi di cartone o di plastica sovrapposti al centro, uno più piccolo ed uno più grande: il disco esterno riporta i giorni dell’anno, divisi per mese (non è previso il 29 febbraio degli anni bisestili per l’ostetrica, nel caso la gravidanza comprenda questa data), mentre quello interno riporta le settimane di gravidanza e talvolta, alcune note relative ad esse (ad esempio i periodi in cui eseguire gli esami previsti per la gravidanza, inizio della percezione dei movimenti fetali, eccetera).
Il regolo ostetrico si usa in modo semplice ma preciso: bisogna tenere ben fermo il disco più grande e far ruotare quello interno fino a portare la prima freccia, che riporta la scritta “Data dell’ultima mestruazione”, sul giorno di inizio dell’ultimo ciclo mestruale che si ha avuto, dopo di che, tenendo fermi ambedue i dischi nella posizione ottenuta, si avrà una chiara visione della collocazione dei diversi periodi e delle settimane della gravidanza nell’anno solare, così da essere agevolate nella prenotazione delle visite e degli esami.
foto-regoloIl regolo può infine talvolta essere dotato di optional sul retro, ossia un secondo disco piccolo, che ruotando sul grande, permette di avere informazioni in più ad esempio sugli stadi di sviluppo del bambino, sulle sue misure, sulle norme igienico/sanitarie da tenere in gravidanza, sulla corretta alimentazione e tanto altro; motivo per cui oltre ad essere prezioso per le ostetriche ed il personale sanitario, può essere molto utile anche per la futura mamma!
.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.