Gravidanza: rimedi naturali per dire addio alle smagliature

Ott 02, 14 Gravidanza: rimedi naturali per dire addio alle smagliature

Anche durante la gravidanza una donna non deve rinuncia alla propria bellezza e così, sin dai primi mesi, una volta verificato il buono stato di salute suo e del bambino, può preoccuparsi di evitare che non compaiano le smagliature sulla pancia, sul seno, sui fianchi e su tutte parti del corpo che per via dell’aumento di peso, possono perdere facilmente elasticità.
Le smagliature sono infatti i punti in cui la pelle si riduce di spessore e forma, creando quegli antiestetici segni che possono essere, a seconda della zona, verticali, orizzontali o a raggiera.
foto-smagliatureUn problema le smagliature, che colpisce circa il 50% delle donne in dolce attesa, tra il 6° e l’8° mese e sono dovute all’aumento di peso ed agli ormoni; un problema antiestetico che una volta creatosi è difficile da mandar via, motivo per cui come si suol dire “meglio prevenire che curare”; ma come?
A darci qualche prezioso consiglio in merito è il ministero della Salute, con un dossier stilato in collaborazione con l’Istituto dermatologico San Gallicano di Roma:

  • creme e oli da applicare localmente: diverse le creme in commercio per massaggiare pancia, seno e fianchi nel corso della gravidanza, contenenti sostanze dal potere elasticizzante come l’acido boswelico, l’elastina, il collagene, la vitamina E e l’acido ialuronico; così come gli olii adatti a prevenire le smagliature, come l’olio di oliva, l’olio di mandorle dolci, l’olio di Argan, quello di germe di grano o di rosa mosqueta, da usarsi sulla pelle umida, per un miglior assorbimento; o ancora, il burro di karitè, date le sue grandi proprietà idratanti;
  • un’alimentazione equilibrata: non bisogna mai dimenticare che è molto importante seguire un’alimentazione sana ed equilibrata, consumando in in giusta quantità vitamine, sali minerali, carboidrati e proteine, comprendendo un giusto grado di idratazione, ricordandosi inoltre, di bere sempre molta acqua;
  • stile di vita attivo: non bisognare quindi dimenticarsi di praticare una leggera attività fisica a scelta – nuoto, yoga, o anche semplicemente camminare ogni giorno per almeno 30-40 minuti -;
  • no ad alcol e fumo: assolutamente bandidi alcol e fumo, due cattive abitudini che portano tanti e gravi svantaggi.

foto-gravidanza-smagliatureEd una volta che il bimbo è venuto alla luce, le smagliature che fine fanno? Diversa l’evoluzione delle smagliature dopo il parto, in quanto in alcuni casi sono permanenti, mentre in altri si riescono a ridurre un po’; ad esempio cambiando colore da un rosa-rosso tipico iniziale, ad un più innocente avorio o bianco, senza dimenticare il fatto che solitamente diventano anche più sottili e la superficie appare pieghettata.
Esistono comunque dei trattamenti specifici che si possono fare dopo il parto per ridurre l’inestetismo delle smagliature, ma sono a base di prodotti chimici, radiofrequenza o laser; a voi la scelta donne, e mamme!
.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *