Halloween: la Leggenda di Jack O’ Lantern

Ott 31, 14 Halloween: la Leggenda di Jack O’ Lantern

Si festeggia oggi la festa più spaventosa dell’anno, la festa di Halloween, il cui simbolo per eccellenza è indubbiamente la famosa zucca di Halloween nella versione a lanterna, con tanto di candela – o altro tipo di illuminazione al suo interno, che in particolare oltre oceano trova rappresentazione nel personaggio di Jack’O Lantern; ma come nasce questo personaggio e nel periodo di Halloween come nasce la leggenda di Jack O’Lantern?

Insomma, chi sa perchè è proprio la zucca a lanterna il simbolo di Halloween? Come nasce questo personaggio? Andiamo quindi a scoprire Halloween: la Leggenda di Jack O’ Lantern.
foto-jack-o-lanternEbbene si, perchè il personaggio di Jack O’ Lantern nasce con una leggenda, che così recita:
Tanti e tanti anni fa in terra d’Irlanda, viveva un vecchio fabbro, ubriacone e molto taccagno che si chiamata Jack. Era il 31 ottobre, la notte di Halloween quando il vecchio Jack, seduto al bancone di un pub davanti a un boccale di birra traboccante, incontrò il Diavolo, cher era venuto per reclamare la sua anima.
Eh, ma il vecchio fabbro era furbo come una volpe, così quando il Diavolo era sicuro di averlo in pugno, con uno stratagemma riuscì ad imbrogliarlo facendogli credere che lui gli avrebbe dato la sua anima, in cambio però di un’ultima birra. Fu così che il Diavolo per accontentare il desiderio di Jack si trasformò in una monetina da 6 pence per pagare l’oste, ma il fabbro, fu così veloce da metterla in tasca assieme alla sua croce d’argento (che egli aveva già nella tasca), così che il Diavolo non riuscì più a riprendere la sua forma originaria!
Fu così che Jack poté stipulare un nuovo patto col Diavolo: se lo avrebbe lasciato andare, lui non sarebbe tornato a reclamare la sua anima per almeno 10 anni! Il Diavolo accettò.
Il tempo passò in fretta e puntualmente, trascorsi i10 anni Jack si ritrovò di fronte il Diavolo, venuto a rivendicare come da patto la sua anima. Ma Jack, che con il tempo era diventato ancora più furbo, escogitò un nuovo stratagemma, col quale non solo riuscì a sottrarsi nuovamente alle grinfie del Diavolo, ma persino a fargli promettere che non sarebbe mai più venuto a cercarlo!
Fu così che quando Jack morì di vecchiaia, a causa della sua vita dissoluta non fu accettato nel Regno dei Cieli e fu costretto a cercare lui questa volta il Diavolo ed a bussare alle Porte dell’Inferno; ma il Diavolo, che aveva promesso che non lo avrebbe più cercato, non poté far altro che rispedirlo indietro tirandogli addosso un tizzone infernale ardente, che Jack usò per ritrovare la strada giusta, mettendolo nella rapa che stava mangiando, affinché non si spegnesse a causa del vento.
foto-jack-o-lantern-fabbroLa leggenda vuole che da allora, Jack vaghi ancora oggi con il suo lumino in attesa del giorno del Giudizio; da qui il nome Jack O’ Lantern, ossia Jack e la sua Lanterna.
Una leggenda che oggi vede come simbolo una zucca e non una rapa, perchè allorquando gli Irlandesi in seguito alla carestia del 1845, abbandonarono la loro terra, per trasferirsi in America, non trovarono le rape, ma le zucche, che così col tempo, sostituirono anche in questa leggenda.
Da allora, la zucca intagliata con il faccia, ossia il volto del vecchio fabbro Jack ed il lumino all’interno, è il simbolo per eccellenza di Halloween, tanto amato da grandi e bambini.
.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *