Handbike, la bici a pedalata assistita per disabili

Dic 01, 14 Handbike, la bici a pedalata assistita per disabili

Per un individuo disabile, essere indipendente ed andare in bicicletta non è certo cosa facile, per non dire impossibile – in molti casi – specie se si è su una sedia a rotelle; un sogno spesso accarezzato ma mai realizzato, o quanto meno fino ad oggi.
Ebbene si, perchè Davide Stasolla, tetraplegico dal 1996, a causa di un incidente d’auto, dopo le prime difficoltà che si è trovato costretto ad affrontare nella sua nuova vita, non si è dato per vinto ed ha progettato e realizzato Handbike, non una una handbike qualunque ma una speciale bici a pedalata assistita.
foto-handbike-prototipoHandbike è infatti un mezzo di trasporto pratico, che permette a chi ha difficoltà nel camminare, di fare comunque sport all’aria aperta e di socializzare, senza preoccuparsi delle distanze o delle asperità del terreno, come spiega il suo inventore, Davide Stasolla:
“Il mio obiettivo è imprenditoriale nel campo delle tecnologie assistive per le persone con disabilità, con particolare attenzione a quelle necessarie a coloro che hanno più difficoltà, i tetraplegici.” ha spiegato e quindi ha proseguito “Progettare e costruire dispositivi a costi quanto più contenuti possibile, perché quante più persone, abbiano accesso ad essi”.
Un sistema, quello di Handbike, che benchè in apparenza sembri molto complesso, al contrario è estremamente semplice da usare, anche grazie ad un sistema di aggancio e sgancio rapido, per il quale, è possibile installarlo alla propria carrozzina manuale, in poche mosse e senza alcuno sforzo! Le impugnature sono infatti progettate per persone che non hanno più l’uso delle mani e non fanno uso di alcun velcro per fissare le mani; inoltre i comandi di freno, gas e cambio, sono facilmente accessibili e possono essere azionati da semplici movimenti di rotazione del polso.
Una bici a pedalata assistita, disegnata quindi sulle esigenze dei tetraplegici e di tutti coloro che hanno abilità fisiche minime, grazie alla quale, sarà possibile avere benefici sia quanto alla mobilità, ma anche e nella salute, avendo la possibilità di praticare sport all’aria aperta, socializzando.
foto-handbikeVantaggi, che a dirla tutta, non escludono le famiglie, che devono seguire i familiari con queste esigenze, come racconta il suo ideatore:
Con questa handbike, la persona disabile torna ad essere protagonista attiva della propria vita.” ha spiegato e quindi ha aggiunto “Anche solo per raggiungere i luoghi in cui socializzare uscendo dai confini domestici.”.
Per ora Handbike è solo un prototipo, ma oggi, il suo ideatore, Davide Stasolla è a caccia di fondi (servono 50.000 euro, entro circa 2 mesi), per avviare la produzione di massa, con una sua startup, affinchè, come dalle sue parole:
“Tutti quelli che ne abbiano necessità possano fruirne!”!
Tutti coloro che vogliono sostenere Davide Stasolla, possono dare un contributo, attraverso la pagina TakeOff – Handbike.
.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *