Latte materno: allattare al seno fa bene a mamma e bambino

Dic 05, 14 Latte materno: allattare al seno fa bene a mamma e bambino

Dopo il caso scoppiato poco tempo fa, dei pediatri arrestati in Toscana e in Liguria perché consigliavano a neomamme che potevano allattare i propri bambini, di preferire al latte materno, il latte artificiale, l’attenzione è nuovamente puntata sui molteplici aspetti positivi dell’allattamento al seno, ad iniziare dalla qualità del latte materno, l’alimento per eccellenza del neonato e del bambino, un vero e proprio super alimento, a tutta una lunga serie di altri benefici, non solo per il bambino, ma anche per la mamma.
La maggior parte delle ostetriche sostiene che non esiste alcuna mamma senza latte, ma che in alcuni casi, bisogna avere solo un po’ più di pazienza e di fiducia; in ogni caso, qualora per i più svariati motivi, una mamma non abbia latte materno, è ovvio che diventa essenziale ricorrere al latte artificiale per nutrire il bimbo, m questo ovviamente non significa che a priori, bisogna incoraggiare tutte le mamme ad usare i sostituti artificiali per semplice comodità o altr.
foto-cibo-allattamento..La stessa OMS infatti, l’Organizzazione mondiale della Sanità, riconosce e promuove l’allattamento al seno, almeno per i primi 6 mesi di vita del bambino, ed anche la Sin, Società Italiana di Neonatologia, per voce del suo presidente Costantino Romagnoli, ha recentemente fatto sapere:
Da anni la SIN è impegnata in una grande campagna di informazione e sensibilizzazione, i cui primi responsabili sono i neonatologi stessi” quindi prosegue “Comunicazione che vede un forte impegno anche della componente infermieristica neonatale, in sintonia con quella ostetrica, nel promuovere l’allattamento al seno nei reparti di neonati normali e di quelli patologici”.
Numerosi infatti i benefici dell’allattamento al seno, ad iniziare dal fatto che il neonato grazie al latte materno, può costruirsi una sua flora batterica intestinale e un suo sistema immunitario, che formandosi piano piano imparerà a difendere dal mondo esterno, dal quale è stato protetto durante i 9 mesi della gravidanza, dal ventre materno; inoltre i bambini allattati solo al seno nei primi 6 mesi di vita, sono più protetti da allergie, asma, dermatiti, diabete mellito, obesità ed hanno un 36% in meno di rischio SIDS, la sindrome da morte improvvisa del lattante e un 52% di sviluppare la celiachia.
Motivazioni, la cui importanza si acuisce ancora di più, se poi il bambino è nato prematuro, motivo per cui, per la salute del bambino, se la mamma non può allattarlo al seno, sarebbe opporutno nutrirlo con latte umano, ad esempio proveniente dalle Banche del latte che lo raccolgono, da donne che scelgono liberamente di donarlo .
foto-allattamento.Ma i benefici dell’allattamento non riguardano solo il bambino, ma anche la mamma, in quanto dati scientifici dimostrano che le donne che hanno allattato al seno, hanno meno possibilità di sviluppare tumori alla mammella e problemi di osteoporosi ma non solo, perchè allattare sembra aiuti la donna a riprendersi prima dai postumi di gravidanza e parto, come ha sottolineato Romagnoli;
“Compito di noi medici, ma anche delle istituzioni” ha dichiarato e proseguito “è far comprendere alle donne l’importanza del latte materno per la salute del bambino e accompagnarle nelle difficoltà e nelle gioie dell’allattamento, garantendo loro la libertà, il tempo e le giuste modalità dal primo momento dopo il parto e per tutta la durata dell’allattamento anche quando tornano al lavoro”.
Per fortuna sono molti i reparti maternità del nostro paese, che sposano questa linea di pensiero e molti ancora, se non sono già pronti, si stanno attrezzando, per dare il giusto sostegno, a tutte le neomamme, impegnate in questo “lavoro” così importante e bello, che è l’allattamento!
.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *