Lesioni gravi a neonata durante il parto

Mag 10, 13 Lesioni gravi a neonata durante il parto

Avezzano – Che sia stato un errore, o causata da negligenza, o semplice destino, non si sa. A scoprire cosa ha determinato le limitazioni funzionali della bambina nata all’ospedale civile di Avezzano, sarà la procura. La mamma della neonata, di 34 anni, la sera del 4 marzo è stata accompagnata da un parente in ospedale per un dolore pelvico.

La donna era alla 40° settimana di gravidanza. In ospedale, sono stati eseguiti gli esami ed i relativi controlli, dopo di che è stato diagnosticato un travaglio da parto, con conseguente ricovero.

Il giorno successivo la bambina ha deciso  di nascere, alle 17:55, ma ha riportato gravissimi danni causati dal parto.

foto-ospedaleLe è stata rilevata, in particolare, una frattura dell’omero da distocia di spalla, ed una sospetta paralisi bronchiale. Questi motivi hanno fatto sì che la bambina fosse subito trasferita presso la struttura Tin di Pescara, mentre la madre è stata costretta a rimanere in ospedale.
La piccola ancora oggi presenta delle limitazioni funzionali di entrambe le spalle, ed ancora l’avambraccio destro risulta danneggiato dalla frattura dell’omero. La nascita della bambina che per i genitori, e tutta la famiglia, anziché portare gioia ha portato un calvario, costringendoli a spostamenti da una struttura ospedaliera all’altra, alla ricerca di una terapia che possa limitare i danni permanenti subiti dalla bambina.

FOTO-NEONATOSono proprio i continui ricoveri e le visite specialistiche che è continuamente costretta a subire che hanno reso tutta questa situazione un demotivante inferno, dal quale non sembra esserci via d’uscita.

L’avvocato di famiglia ha presentato una denuncia alla procura della Repubblica di Avezzano. Questa denuncia è stata redatta affinché venga accertato se i danni che sono stati riportati dalla bambina siano da addebitare ad eventuali errori di valutazione, oppure di altra natura; e se potessero quindi essere evitati, o limitati, nella propria gravità.

.

di Mena


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.