Libri per mamme: Guerriere. La resistenza delle nuove mamme italiane

Ott 16, 14 Libri per mamme: Guerriere. La resistenza delle nuove mamme italiane

Ammettiamolo mamme, essere mamme al giorno d’oggi non è affatto semplice, tanto che c’è persino chi definisce la maternità oggi, come una vera e proprialottaoguerra”; qualcuno come la giornalista Elisabetta Ambrosi, che nel suo ultimo libro “Guerriere. La resistenza delle nuove mamme italiane”, edito da Chiarelettere, in un’opera tra un saggio ironico ed un romanzo, parla della vita vissuta, confessa amare considerazioni e narra ritagli di vita da mamma.
Benchè inserito nella categoria libri per mamme: Guerriere. La resistenza delle nuove mamme italiane, il libro di Elisabetta Ambrosi, dovrebbe essere letto da tutti, mamme e papà, nonni e nonne, zii e zie, aspiranti genitori o quant’altro, avendo così la possibilità di capire davvero quanto sia difficile oggi essere mamma, senza sentirsi in colpa per il fatto di trascurare troppo il proprio figlio o il lavoro, divise fra la consapevolezza che il fatto di essere mamma sia solo un pezzo della propria vita, combattute continuamente fra l’essere donne, lavoratrici – in carriera o precarie, poco importa -, mogli, figlie, nuore e tutto il resto!
foto-guerriereUna serie di “impegni” o “ruoli” che dir si voglia, ai quali tenere testa è davvero arduo! Un testoGuerriere. La resistenza delle nuove mamme italiane” nel quale la Ambrosi non dimentica il papà ed il loro ruolo nella gestione e nella crescita del bambino; benchè secondo quanto sottolinea l’autrice, si tratta di una condizione che ancora oggi sembra essere appannaggio di poche coppie, complice forse un’educazione patriarcale, ove è la donna ad occuparsi di tutto.
E giusto per pregustare – per così dire – “Guerriere. La resistenza delle nuove mamme italiane”, ecco uno stralcio della sinossi dell’ultimo capolavoro di Elisabetta Ambrosoli, scritta da Lia Celi:
“Cuore in gola, telefonino all’orecchio, orologio sotto gli occhi, sono le mamme acrobate di oggi che inseguono un equilibrio tra lavoro, famiglia, figli e se stesse. Donne abituate a salti mortali, a silenziose battaglie quotidiane su mille fronti, mentre lo Stato sembra dimenticarle.” proprio queste sono le nuove combattenti mamme italiane di cui parla Elisabetta Ambrosi, quindi continua la prefazione “Come riuscire a sopravvivere in mezzo agli ostacoli? Se lo Stato promette servizi che non mantiene, vara leggi sulla tutela delle madri lavoratrici che poi non fa rispettare, mentre il lavoro dà sempre meno reddito, l’innovazione più radicale deve partire dalla piccola repubblica rappresentata dalla famiglia.” ed ecco quindi la risposta che fornisce la Ambrosi “Non resta che rimboccarsi le maniche, trovare strategie alternative, scegliere bene le battaglie da combattere per indirizzare al meglio le energie.”.
E la prima a farlo è stata proprio Elisabetta Ambrosi, che ha deciso di indagare le tattiche di sopravvivenza quotidiana di amiche e donne conosciute, alle quali ha chiesto di raccontare le loro giornate, la ripartizione dei carichi in famiglia, la divisione dei ruoli col padre del proprio bambino, il percorso professionale ed il lavoro attuale, lo stipendio e ciò che vorrebbero lo Stato facesse per loro, le loro famiglie e soprattutto i loro figli.
Da tutto ciò è nato “Guerriere. La resistenza delle nuove mamme italiane”: un fatto delle voci femminili di mamme guerriere, per le quali avere un figlio non è più una scelta normale, ma è un lusso.

Copertina flessibile: 277 pagine
Editore: Chiarelettere (11 settembre 2014)
Collana: Reverse
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8861906087
ISBN-13: 978-8861906082


La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *