L’incrocio dei sogni: per dare un futuro ai bimbi disabili

Lug 17, 13 L’incrocio dei sogni: per dare un futuro ai bimbi disabili

Chi lo dice che i ragazzi disabili devono avere solo limitazioni e che non possono essere autonomi e indipendenti? E’ il pensiero di un imprenditore lughese, nonché papà di un ragazzo disabile, che dopo anni di militanza nel gruppo di volontariato Anffas, ha creato un progetto che darà una risposta alla domanda che ogni genitore di un disabile  si pone: che farà mio figlio quando non ci sarò più?

Entro ottobre partirà l’avventura della cooperativa ‘L’incrocio dei sogni’, costituita esclusivamente da ragazzi con disabilità. Saranno loro ad assumere altre persone. I ragazzi avranno macchine da cucire per confezionare capi d’abbigliamento e grazie alle stampanti tridimensionali prodotte dalla Csp di Massa Lombarda trasformeranno disegni in personaggi da incorniciare, che saranno poi venduti su Internet o nei mercatini.

foto-incrocio-sogniL’obiettivo è quello di far raggiungere ai ragazzi l’autonomia gestionale della cooperativa, sul filone del progetto dell’AnffassLe domeniche esco anch’io’: nel periodo estivo, ogni quindici giorni, un gruppo di ragazzi con un coordinatore/animatore fanno teatro, judo, bricolage, con risultati a dir poco sorprendenti. Alcuni ragazzi con difficoltà nelle relazioni interpersonali hanno imparato il copione a memoria e interagivano con gli altri, altri giovani disegnavano le scenografie e preparavano le varie coreografie per i saggi: insomma, tante e diverse le collaborazioni, che hanno tirato fuori il carattere della maggior parte dei ragazzi!

Il genitore di un “bambino speciale” infatti, spesso intimorito circa il futuro del proprio figlio, sceglie di affidarlo a strutture residenziali specializzate: strutture nelle quali, in buona parte dei casi, gli vantaggi non superano gli svantaggi, perché purtroppo la maggior parte di questi centri non offrono nulla per migliorare la vita del disabile ma solo restrizioni e regole da seguire. Con le attività invece proposte dalla cooperativa ‘L’incrocio dei sogni’ , finalizzata a creare loghi e divise, avranno un futuro davanti, oltre che raggiungere la propria autonomia.

foto-disabili.E proprio quanto al lavoro della cooperativa ‘L’incrocio dei sogni’, c’è da dire che i ragazzi, hanno già una prima commissione: è stata da parte di un gruppo di sub, il quale ha già commissionato ai ragazzi dei gadget con i loro loghi!

Non resta che fare i complimenti a questo splendido progetto ed augurare buon lavoro a tutti i ragazzi!!!

.

di Elisabetta Coni


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.