Mamma: cosa mangiare durante l’allattamento?

Set 25, 13 Mamma: cosa mangiare durante l’allattamento?

Mamma: cosa mangiare durante l’allattamento? Sono tanti i falsi miti da sfatare, che spesso ancora oggi molte donne che allattano si sentono dire da vari amici e parenti, specie se di generazioni diverse. Falsi miti verso i quali è doveroso fare un pò di chiarezza e quindi nel dettaglio, ecco cosa è vero e cosa invece sono solo dicerie …

Durante l’allattamento si può mangiare tutto, tranne ovviamente cibi che la mamma non tollerava prima della gravidanza: ad esempio, se la mamma sa che ogni volta che mangia ad esempio i funghi, o le vongole – o un altro alimento – avverte dei disturbi anche lievi (orticaria, mal di testa, dolori addominali, diarrea, il vomito, … o altro), allora è certo che deve escludere questi alimenti dalla dieta almeno nei mesi di allattamento. Se invece non ci sono problemi di questo tipo, allora si può mangiare tutto tranquillamente.

L’allattamento è certamente un momento molto particolare a livello fisiologico per la donna.

foto-allattamento-mangiareLo schema alimentare della mamma durante l’ allattamento, infatti deve essere variegato ma senza esagerare nelle quantità. Di solito, è necessario aumentare l’apporto calorico quotidiano di 500 Kcal al giorno, perché produrre latte richiede energie. Infatti per produrre 100g di latte, la mamma spende circa 95 Kcal. Queste 500 Kcal in più, devono essere assunte sempre mantenendo il solito rapporto tra i vari nutrienti e cioè: 50% carboidrati, 30% lipidi (grassi) e 30% proteine.

Bisogna inoltre bere molta acqua, ma sarà fisiologico farlo, in quanto aumenterà molto la sete e quindi verrà naturale bere acqua. E’ fondamentale invece assolutamente mai fumare e bere alcolici: la birra non fa aumentare la produzione di latte, fa solo aumentare il tasso alcolico nel sangue!

foto-allattamento-mangiare..Unico consiglio degli esperti è quindi quello di:  limitare i latticini. Le proteine del latte vaccino infatti, sono in contrasto con quelle del latte materno. Questo non significa che dovete bandire il latte dalla dieta, ma solo di limitare il consumo. Ad esempio, se si vuole mangiare la mozzarella a pranzo, meglio non bere o mangiare altri alimenti contenenti latte.  E’ provato che, se si consumano latticini senza attenzione, i piccoli manifestano dei problemi come dolori addominali, vomito a getto (non il classico rigurgito), fino addirittura al sangue nelle feci. Per evitare tutte queste problematiche, basta evitare fin da subito il consumo eccessivo di latte.

Per il resto mamme, via libera alla buona tavola e … buon appetito!

.

di Elisabetta Coni


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.