Nanna: come fare abituare il bimbo a dormire da solo?

Ott 20, 14 Nanna: come fare abituare il bimbo a dormire da solo?

Ci siamo, è l’ora della nanna ed il bimbo oltre a non voler – in genere – andare a letto, proprio non ne vuole sapere di andare a dormire da solo nella sua cameretta! E’ logico il cuore di mamme e di papà si stringe in una morsa fortissima ma è bene ricordare che abituare il proprio bambino a dormire da solo è un’operazione che va fatta, un passaggio importante e doveroso, che si fa per il suo bene e per la sua emancipazione!
Certo si tratta di un’impresa ardua, nella quale non mancheranno lacrime e pianti interminabili, con momenti di sconforto nel quale domandarsi nell’ora della nanna: come fare abituare il bimbo a dormire da solo? Ma sappiate mamme, che con pazienza e amore, si tratta di un passaggio che avverrà in modo graduale, senza forzature ed apprensioni, in modo naturale.
foto nannaUn passaggio ed una fase delicata, per aiutare la quale può essere utile tener presenti alcuni accorgimenti semplici ma preziosi, che ci permettiamo di indicarvi di seguito:

  • cosa importante sarà è che la mamma, da parte sua resti sempre serena e tranquilla, anche nel caso in cui qualche preoccupazione o timore sopraggiunga, pena il fatto di trasmetterla al bimbom che così si sentirà ancora più sicuro e diffidente nell’affrontare questa nuova fase
  • è importante inoltre che il bimbo prenda familiarità con la cameretta nuova – e con il lettino nuovo – ad esempio già durante il giorno, magari nelle ore di gioco, avendo così modo di riscoprirla quale luogo confortevole, nel quale poter stare assolutamente tranquillo, evitando così la sera di sentirsi minacciato in un luogo per lui, quasi sconosciuto;
  • foto nannacome sempre nell’ora della nanna, ancor di più in questa fase è importante accompagnare il momento della nanna con qualche confortante rituale, onde rendere l’abituarsi del bimbo ancora più semplice, per cui dopo le fasi di pulizia, non devono mancare le coccola sul lettino, la lettura della fiaba della buonanotte, le luci che si spengono gradualmente, eccetera;
  • è fondamentale ricordare che ogni bambino ha un suo carattere e delle sue esigenze, che dovranno essere tenute in conto e rispettate: non tutti i bambini sono uguali e non tutti riescono a dormire da soli nel lettino alla stessa età, per cui mamma, è fondamentale non farsi influenzare dalle esperienze di amiche e parenti;
  • una volta presa la decisione e quindi iniziato il passaggio alla cameretta – così come nella fase del pannolino – è importante non tornare indietro ma restare ferme sulla propria posizione, senza farsi intenerire da pianti, visini trisiti e capricci, ma è invece importante farsi vedere sicure di sé ed ovviamente, rassicurare il proprio bimbo, che altrimenti non riuscirà a farsi forza da solo!

.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *