Nascono le No Kids Zone, vietate ai bambini

Mar 10, 14 Nascono le No Kids Zone, vietate ai bambini

Nascono le No Kids Zone, vietate ai bambini. Una nuova tendenza sta prendendo piede negli hotel, ristoranti, nei voli e nei luoghi pubblici: la no kids zone, ossia le zone bandite ai bambini! Si si avete capito bene, sembrerà incredibile ma questa tendenza nata negli USA si sta diffondendo sempre di più a livello mondiale e stà arrivando anche nel nostro Paese. In sostanza, se si aderisce alla no kids zone si offre un luogo dove i bambini non sono ammessi, in quanto il personale vieterebbe loro addirittura l’ingresso.

Dopo l’uscita del libro di Corinne Maier, “Mamma pentita, No Kid. Quaranta ragioni per non avere figli”, diventato un bestseller in poche settimane, era solo questione di tempo che si arrivasse a questo!

foto-no-kids-zoneSono sempre di più le coppie che no vogliono avere figli, si calcola che siano un quarto del totale nelle società occidentali. E siccome ormai nessuno fa più figli, gli imprenditori colgono la palla al balzo, costruendo strutture sempre children free per accontentare la clientela.

Il dato allarmante è che anche i paesi noti e famosi per essere quelli sempre più attenti alle esigenze dei bimbi, come quelli del Nord Europa, hanno già costruito delle strutture idonee solo per adulti: il fatto è che è difficilissimo trovare posto perché sommerse dalle prenotazioni.

Anche in Italia, un paese da sempre considerato pro famiglia con bambini, questa moda ha trovato spazio tra le nuove generazioni e non solo. Ormai gli italiani non fanno più figli, e la tendenza sta dilagando anche agli immigrati.

foto-pazienzaNascono le No Kids Zone, vietate ai bambini. Normale che gli imprenditori vogliano sfruttare questo fatto a loro vantaggio: a Brescia è nato un ristorante rigorosamente off limits per i bambini a partire dalle 21. La regola è in vigore da ben sette anni, e a dire dei titolari porta al locale un certo successo. I single, infatti, verrebbero al locale molto più volentieri.

Nascono le No Kids Zone, vietate ai bambini. Va da sè che è da rispettare il pensiero e la posizione di ognuno ma che ovviamente se si portano dei bambini nei luoghi pubblici, bisogna insegnare loro il rispetto delle altre persone ed il sapersi comportare; così come viene naturale però da pensare che oggigiorno forse, non ci sia più né pazienza e né capacità di sopportazione. Ed in molti sembrano essere a dirla tutta a pensarla così, tanto è vero che su Tripadvisor, il noto recensore di ristoranti e hotels, fioccano commenti negativi.

Ma voi che ne pensate?

.

di Elisabetta Coni


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.