Negobot: una Lolita virtuale che stana i pedofili

Lug 21, 13 Negobot: una Lolita virtuale che stana i pedofili

Una studentessa di 14 anni come tante, che funge da esca e che potrebbe attirare le attenzioni dei pedofili su Facebook. Si tratta di un programma informatico sviluppato apposta per trarre in trappola i pedofili che insidiano i più piccoli in rete. Il software è molto sofisticato e riesce a ingannare i predatori sessuali, questi vengono indotti a credere che Negobot, il nome del programma, sia reale: caricato su un forum dove si sospetta si possano trovare pedofili, il programma si comporta in modo del tutto naturale e, una volta contattato, coltiva la conversazione in modo da smascherare il presunto predatore sessuale.

foto-pedofilliPer realizzare il programma, gli scienziati hanno usato la teoria dei giochi, cioè un sistema di decisioni strategiche che rende il comportamento del software molto più convincente con l’utilizzo di sette “agenti conversazionali” che possono modificare le risposte della ragazza virtuale, che si adatta al comportamento del sospetto pedofilo. Per farlo sembrare ancora più autentico, il software sarà anche in grado di sbagliare, appositamente. Errori di battitura, abbreviazioni e slang linguistici renderanno la Lolita virtuale un po’ più in carne e ossa. Questo perché Negobot ha una doppia personalità e sette diversi modelli comportamentali, che comprendono errori di battitura, abbreviazioni, errori linguistici deliberati che imitano le azioni di una giovane adolescente.
Il software potrebbe presto essere incorporato nei social network e potrebbe essere usato nella lotta contro la pedofilia on line, anche se gli scienziati sottolineano che il programma non è ancora in grado di rilevare sottigliezze linguistiche, come per esempio l’ironia o il sarcasmo. Esistono già programmi del genere, ma, a differenza degli altri, Negobot è capace in maniera più verosimile a intrattenere una conversazione con un adulto come se fosse una vera adolescente.
foto-carabinieriLa pedofilia sul web e gli adescamenti via chat e social network ormai sono diventati un problema sempre più grande, soprattutto ora che bambini e giovanissimi sono navigatori assidui e utilizzatori di chat e social network. Questo programma possiede il potere di scovare eventuali pedofili, analizzando la conversazione e i comportamenti del soggetto con cui chatta.  Il funzionamento è molto semplice: il sistema viene caricato su un forum dove si sospetta si possano trovare pedofili e, una volta contattato, Negobot coltiva la conversazione in modo da smascherare il predatore sessuale.
.
di Anna Chianese


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.