Parto: quali le controindicazioni dell’epidurale?

Set 02, 14 Parto: quali le controindicazioni dell’epidurale?

Molte donne in dolce attesa decidono di optare per l’anestesia epidurale – altrimenti detta peridurale – al momento del parto, onde partorire sostanzialmente senza dolore; una possibilità quella dell’epidurale, particolarmente diffusa all’Estero, ove viene utilizzata nell’80 % dei parti.
Proprio grazie all’epidurale infatti, la futura mamma ha la possibilità di giungere al parto non solo provando meno dolore ma essendo meno stremata e quindi di fatto più partecipe della venuta al mondo del proprio bambino.
foto-nono-mese-gravidanza.Di contro, va detto però, che all’anestesia epidurale sono legate una serie di controindicazioni, che in determinati casi – benchè limitati – fanno si che il suo utilizzo non sia concesso. Il ricorso all‘epidurale è vietato infatti:

  • in tutte quelle donne in dolce attesa che presentano un’alterazione della coagulazione, in genere dovuta al mal funzionamento del sistema emostatico;
  • nei casi in cui la futura mamma stia seguendo una terapia anti-coagulante e di conseguenza, stia assumendo sostanze in grado di rallentare o inibire il processo di coagulazione del sangue;
  • in tutti quei casi in cui la donna stia seguendo una terapia anti-aggregante piastrinica, correlata all’assunzione di farmaci mirati alla diluizione del sangue;
  • anche le infezioni del sangue, rendono impossibile il ricorso all’anestesia epidurale;
  • foto-gravidanza.anche le emorragie, non consentono l’uso dell’epidurale;
  • in caso della presenza di altri fattori non strettamente legati al sangue, come la presenza di una colonna vertebrale anatomicamente patologica o il semplice mal di schiena;
  • una dilatazione inferiore ai 4 cm.

E’ infine doveroso precisare che comunque ogni caso vavagliato di volta in volta dal ginecologo e/o dal medico competente, grazie anche allo screening durante la consueta visita dell’ultimo trimestre di gravidanza, onde decidere e se possibile, venire incontro alle esigenze della futura mamma.
.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *