Preoccupazioni “addio”: come smettere di preoccuparsi troppo

Feb 23, 15 Preoccupazioni “addio”: come smettere di preoccuparsi troppo

Nella vita quotidiana, complice lo stress e le numerose cose da fare e da seguire, la preoccupazione non manca mai; ma mentre un pò di preoccupazione è per così dire “sana”, in quanto aiuta a non abbassare mai la guardia o per meglio dire l’attenzione per il proprio futuro, dei propri bambini e dei propri cari in genere, d’altro canto, quando ci si preoccupa troppo, si rischia di vivere una vita, carica di stress inutile.
Ma come smettere di preoccuparsi troppo? E’ possibile dire “addio” alle preoccupazioni ed alleggerire i pensieri?
Certo, e proprio a riguardo, per evitare inutili pressioni, ecco alcuni semplici consigli, per capire come smettere di preoccuparsi troppo e ridurre lo stress, preservando la propria salute:

  • foto-preoccupazioni-addioprendersi il tempo necessario, per liberare la testa: tutti, anche coloro che sono più oberati di lavoro, possono (e devono), trovare una mezz’oretta al giorno, in cui concedersi un pò di relax, durante la quale praticare una qualsiasi attività priva di stress (meditazione, training autogeno o riflessione mentale); uno spazio di decompressione lavorativa (o da altre attività) nel quale la mente è concentrata al benessere personale;
  • lo stress è dato anche dall’eccessivo preoccuparsi di situazioni, che non si riescono a controllare o che sono passate (come non aver superato un colloquio di lavoro, o un esame universitario,) in una sorta di pianto “sul latte versato”, che è assolutamente inutile; per cui bisogna sforzare la propria mente a concentrarsi altrove, essere razionale e usare la ragione, guardando in faccia la realtà;
  • è importante vivere la giornata e meglio ancora il momento, pianificando il futuro per obiettivi, ma senza esserne ossessionati e preoccupati di ciò che è passato o di quel che sarà; puntando quindi sull’auto-accettazione, in quanto l’eccessiva auto-critica e lo sconforto, sono tra le principali fonti di preoccupazione;
  • limitare le responsabilità è un altro punto importante, in quanto ci sono persone che tendono a preoccuparsi troppo, in quanto pensano che si devono prendere cura di tutti e di tutto, motivo per cui si prendono carico dei problemi degli altri, dimenticando il proprio benessere psicofisico e le proprie responsabilità. Attenzione, è importante porre dei limiti;
  • fondamentale è poi trovare un equilibrio interiore e soprattutto la fiducia in sè stessi, accettandosi così come si è, con le proprie capacità ed i propri limiti, considerando che nessuno è perfetto e che tutti sbagliano ed ogni giorno, vanno avanti cercando di rimediare agli errori fatti, imparando cose nuove;
  • foto-training-autogenoil training autogeno è un ottimo metodo per liberare la testa e smettere di preoccuparsi troppo; un metodo efficace e straordinario in grado di rigenera corpo e mente in pochi minuti, da praticare in un posto comodo e silenzioso, prima di iniziare, concentrandosi anzitutto sulla respirazione, per poi praticare i 6 esercizi del training autogeno, a conclusione dei quali, segnare su di un foglio le sensazioni provate nel corpo.

.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *