Quando forare le orecchie delle bambine?

Mag 30, 13 Quando forare le orecchie delle bambine?

Molte mamme e molti papà per vezzo o per un’abitudine di famiglia, vorrebbero abbellire le loro bimbe, forandole il prima possibile le orecchie.

Ma molto medici pediatri consigliano di rinviare questa pratica fin quando la bambina non sia un po’ più grande.

I rischi che gli specialisti evidenziano nel mettere gli orecchini a bambine molto piccole sono principalmente quattro: le possibile infezioni, il pericolo di soffocamento, la probabilità di reazione allergiche e l’incarnimento dell’orecchino.

Ma vedimo quindi uno ad uno i rischi:

  • foto-bimba-orecchini...Infezione: i bambini molto piccoli posseggono un sistema immunitario ancora molto immaturo, quindi avrebbero delle profonde difficoltà nell’affrontare una infezione nata da una foratura all’orecchio magari fatta male;
  • Pericolo di soffocamento: le bambine potrebbero istintivamente togliere un orecchino e portarlo alla bocca, rischiando così il soffocamento;
  • Reazioni allergiche: i metalli utilizzati nella fabbricazione degli orecchini sono generalmente nichel e oro. Ma questi stessi potrebbero essere fonti di allergie, che, magari, non si sono ancora mai manifestate. A maggior ragione se si pensa che i bambini tendono a strofinarsi continuamente le orecchie;
  • Incarnimento dell’orecchino: è un accadimento tipico in tutte le età, succede spesso, infatti, che una parte dell’orecchio viene direttamente incorporato all’interno del foro. Mentre negli adulti tutto ciò è di facile soluzione, in bambini così piccoli può essere difficile da rimuovere.

Tutti questi rischi possono apparire a molti come superficiali, ma, a detta di molto pediatri, forare le orecchie può essere un qualcosa di non così necessario da fare tanto presto.

Nel caso peraltro in cui nel forare le orecchie non vengano usate tutte le adeguate norme di igiene, è possibile l’insinuarsi di una infezione. I suoi sintomi sono: arrossamento locale, presenza di pus, spesso maleodorante, e febbre. Nei casi più gravi oltre la febbre si può verificare una diminuzione della pressione sanguigna.

Nella maggior parte dei casi si manifesta una semplice pericontride, cioè una infiammazione del lobo dell’orecchio. Solo in alcuni casi molto gravi si può verificare una sepsi, cioè quando l’infezione s’insinua nel flusso di sangue.

Inoltre è da ricordare che quando ad essere forata è la cartilagine dell’orecchio, rispetto al lobo, peraltro, il rischio d’incappare in una infezione è maggiore, in quanto la cartilagine ha un minore afflusso di sangue, quindi meno globuli bianchi che hanno il compito di combattere e circoscrivere l’infezione.

foto-bimba-orecchiniConcludendo, se proprio non si può fare a meno di forare da subito le orecchie alle proprie bimbe è doveroso, rispettare quantomeno, alcune direttive per la loro sicurezza e salute, come:

  • attendere che la bimba abbia almeno compiuto i 2-3 mesi di età, in modo tale che il suo organismo sia più forte nell’affrontare le possibili infezioni e abbia ricevuto almeno la prima dose di vaccinazione;
  • cegliere gli orecchini con attenzione, che abbiano il gancio in materiale chirurgico, in modo tale da evitare le reazioni allergiche. Inoltre che abbiano una chiusura a vite, così che sia difficile da sfilare da parte delle bimbe;
  • prestare la massima attenzione che vengano utilizzati materiali sterili.

.

di Anna Chianese


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.