Ricostruzione unghie: cos’è il refill e come si fa

Dic 11, 14 Ricostruzione unghie: cos’è il refill e come si fa

E’ la natura, le unghie crescono ogni giorno e così, nel giro di 20-25 giorni il margine libero dell’unghia avanza, lasciando così la zona attorno alle cuticole priva della ricostruzione unghie, ossia del materiale applicato per fare la ricostruzione unghie gel: un disastro, addio mani curate e perfette!
Ma no, tranquille donne e mamme, perchè si tratta solo di un piccolo inconveniente che può essere risolto praticamente “al volo”, grazie al refill!
Ma che cos’è il refill? Detto anche più comunemente “riempimento”, il refill consiste semplicemente nell’attività di ritocco della ricostruzione, ossia nell’applicare il gel o l’acrilico – a seconda del metodo di ricostruzione usato – nella parte di unghia ricresciuta, andando così a riempire di fatto la parte dell’unghia vuota!
foto-ricostruzione-unghie-nataleGrazie al refill si ottiene infatti il ripristino delle condizioni iniziali di ricostruzione dell’unghia, come se si fosse appena fatta la ricostruzione.
Si tratta quindi di un trattamento che viene fatto periodicamente, specie considerando che la ricrescita dell’unghia risulta evidente dalla terza settimana e che di norma si effettua il ritocco entro i primi 3 giorni della 4a settimana, dalla data in cui si è fatta la ricostruzione unghie gel, ossia entro 24 giorni.

Come si effettua il refill?

Un trattamento semplice ed abbastanza veloce il refill, che si può eseguire presso i centri specializzati ma anche direttamente a casa, coi prodotti ed accessori, giusti. Ma ecco come procedere passo-passo, per tornare ad avere mani bellissime:

  • analizzare anzitutto lo stato delle unghie e verificare che non ci siano sollevamenti o altri problemi, quindi iniziare a limare la vecchia ricostruzione con una lima con grana 100, per eliminare completamente la curva C, facendo attenzione a non limare la ricrescita, perchè potrebbe generare problemi;
  • con una lima di grana 180 aggiustare quindi a piacere la lunghezza dell’unghia ed opacizzare la zona della ricrescita unghia con un eraser stone, o con una lima di grana 180;
  • con uno spingi cuticole spingere quindi le cuticole indietro e spazzolare le unghie con una spazzolina, quindi fare un trattamento antifungo;
  • foto-ricostruzione-unghie-refilse si è usato il gel, stendere quindi il primer o gel UV base solo sull’unghia naturale ricresciuta e su tutta l’unghia stendere invece il gel, che poi va catalizzato in lampada;
  • stendere quindi il secondo strato di gel per creare la curva C ed infine il gel colorato, sigillando il lavoro con un lucidante finale e con l’olio per le cuticole;
  • per il refill con acrilico invece, passare il costruttore acrilico di colore rosato o trasparente sull’intera unghia e creare la curvatura C;
  • non resta quindi in ultimo, che stendere l’acrilico colorato a piacere.

Attenzione, è da considerare, che in genere il refill della ricostruzione unghie presso un’estetista corrisponde a circa la metà di un trattamento ricostruttivo ed in genere viene effettuato dopo 3 settimane, ma non oltre la 5a settimana, data in cui sarà quasi sicuramente ri-effettuata la ricostruzione in toto!

.

La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *