Ricostruzione Unghie: quale forma delle unghie scegliere?

Dic 12, 14 Ricostruzione Unghie: quale forma delle unghie scegliere?

La ricostruzione unghie gel è ilsegreto di bellezzaal quale oggi molte donne ricorrono, per avere mani sempre belle e curate ogni giorno, quale biglietto da visita di prim’ordine, specie poi se si fa un lavoro sempre a contatto con la gente e quindi sotto agli occhi di tutti.
La tecnica di ricostruzione unghie permette infatti di modellare le unghie secondo le proprie esigenze, optando a piacere per una forma naturale, quadrata, mandorla, eccetera, avendo non solo unghie curate, belle e esistenti ma anche e soprattutto, pratiche e comode.
Ricostruzione unghie gel ad oggi eseguita per lo più, nei due metodi:

  • foto-ricostruzione-unghieil metodo trifasico, che utilizza 3 gel diversi: il gel base – promotore di adesione, il builder gel – il costruttore e il top gloss gel – sigillante;
  • il metodo monofasico, che prevede l’utilizzo di un unico gel, che aderisce direttamente all’unghia, senza mediatore e funge anche da modellante e sigillante.

Detto questo, il dubbio che quindi coglie in particolare alla prima ricostruzione, è, quale forma dell’unghia scegliere? Ovale, a stiletto, quadrata, a punta, o altro: quale scegliere? C’è da dire che alcune sono più pratiche, altre invece più belle, altre ancora poi sono più indicate in base alla forma delle dita o allo stile.

Quale forma di unghia scegliere?
Insomma, prima di prendere una decisione è importante riflettere attentamente e nel caso, rivolgersi alla propria onicotecnica e/o estetista di fiducia, ma per aiutarvi, ecco nel frattempo donne e mamme, una veloce panoramica delle possibili varie forme di unghia:

  • rotonda: si tratta della forma più pratica, semplice e soprattutto comoda, che permette di svolgere tutte le normali attività quotidiane senza il timore di rovinare o scheggiare la manicure; benché di contro, non è certo la scelta migliore per chi è desidera un effetto estroso;
  • ovale o a mandorla: si tratta di una forma che non passa mai di moda e piace in genere a tutte le signore, dato che aiuta a slanciare la forma dell’unghia e della mano, risultando la scelta vincente per chi non ha dita affusolate da modella;
  • quadrata: si tratta di una forma consigliata in particolare a coloro che hanno dita molto lunghe e quindi, che non le vogliono slanciarle ulteriormente; risultando peraltro una scelta abbastanza comoda (pur con una certa attenzione agli angoli), purchè la lunghezza non sia eccessiva;
  • foto-lima-unghiesemi-quadrata: connubio perfetto tra bellezza e praticità, è una forma pratica e resistente, che ben si adatta a tutti i tupi di unghia e si realizza in modo semplice, smussando un po’ gli spigoli dell’unghia quadrata con la lima, rendendola meno dura;
  • a punta o stiletto: si tratta di una forma molto estrosa e stravagante, poco pratica ma che slancia moltissimo le dita, risultando perfetta per mostrare le nail art, motivo per cui in genere è usata dalle professioniste del settore, specie durante eventi o fiere.

Ed ora a voi la parola: quale forma avete scelto per la ricostruzione delle vostre unghie? Fateci sapere!!!

.

La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *