Ricostruzione unghie: si può fare in gravidanza?

Feb 17, 15 Ricostruzione unghie: si può fare in gravidanza?

La decorazione delle unghie ha origini antichissime ma solo recentemente, grazie alla tecnica della ricostruzione unghie gel, che consente di avere mani sempre curate a dispetto dello stress delle situazioni a cui sono sottoposte, ha potuto sbizzarrirsi, con la nascita delle nuove tecniche di nail art.
Grazie alla ricostruzione unghie gel infatti, è possibile non solo rinforzare le unghie ma persino ricostruirle ed allungarle in modo semplice e veloce, con un risultato estremamente naturale; ma proprio a riguardo, è doveroso chiarire – per chi ancora non lo sapesse – che la ricostruzione unghie si può fare anche durante la famosa dolce attessa (cliccate qui per saperne di più) e che può essere di due tipi: trifase e monofase.
foto-ricostruzione-unghie-gelMa qual’è la differenza tra questi due metodi? Scopriamola insieme!
Allora, anzitutto il gel trifase è il metodo oggi più diffuso, benchè di fatto richiede un po’ di tempo per la sua applicazione e nello specifico, nell’applicazione di 3 singoli gel, il gel base o primer, il gel costruttore/modellante e il gel sigillante, detto anche finisher. Ma andiamo per ordine.
Scopriamo il procedimento del metodo trifasico e monofasico
Il gel base o primer prepara per così dire l’unghia, aumentando l’adesione e la tenuta del gel vero e proprio sull’unghia, ossia del costruttore/modellante e può essere a base acida (ma è corrosivo se entra in contatto con la pelle) oppure privo di acido (ma ugualmente con buona tenuta); mentre il gel strutturante/modellante è colui che rinforza, costruisce o allunga l’unghia, e per questo motivo, viene steso in quantità superiore rispetto al primer o al finisher. E’ disponibile trasparente o in colori non coprenti come ad esempio il rosa.
L’ultimo gel del metodo trifasico è il gel sigillante, detto anche finisher e dona luce e brillantezza all’unghia, permettendo ad ogni donna e mamma, di conservare più a lungo il lavoro ottenuto. Sul finisher a piacere, è possibile procede a decorare l’unghia.
Quanto invece al metodo di ricostruzione col il gel monofase, prevede l’applicazione di un unico gel; motivo per cui è particolarmente consigliato a chi è alle prime armi con la ricostruzione unghie.
foto-ricostruzione-unghie-in-gravidanzaIl gel monofasico infatti da solo, svolge le funzioni dei gel utilizzati col metodo trifasico e quindi – per così dire – racchiude in sé il gel base o primer, il gel strutturante/modellante e il gel sigillante o finisher e non necessità quindi né l’applicazione di un mediatore di aderenza, né di un lucidante finale, essendo già lucidante; benchè, l’applicazione di un gel base è comunque da molti consigliato, sia quanto ad una miglior aderenza del prodotto, che a durata del risultato.
Benchè comunque il metodo col gel monofase sia di fatto più semplice e veloce, ambedue i metodi di ricostruzione non sono comunque particolarmente complessi e garantiscono unghie non solo belle e curate ma anche e soprattutto resistenti!

.

La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *