Salute bambini: gli schermi 3D sono pericolosi per la vista

Nov 24, 14 Salute bambini: gli schermi 3D sono pericolosi per la vista

Con l’avvento della stagione fredda si è per forza costretti a trascorrere più tempo al chiuso e quindi a cercare momenti di svago e di intrattenimento per i propri bimbi tra le “quattro mura”, come ad esempio a casa di amici, ai parchi giochi al chiuso, ad eventi e manifestazioni oppure, tra le altre cose al cinema, approfittando dell’uscita di qualche simpatico film di animazione per i più piccoli. Ma proprio a riguardo, una delle cose che preoccupa (e non poco) le mamme e i papà riguarda gli schermi 3D e quindi, salute bambini: gli schermi 3D sono pericolosi per la vista ? Andiamo quindi a rispondere!
foto-occhiali-3dGli schermi 3D risultano essere effettivamente pericolosi per la vista dei bambini, secondo l’ultimo allarme lanciato dall’Agenzia nazionale della sicurezza sanitaria francese, che dopo la segnalazione riguardante gli occhialini 3D, mette sotto accusa gli schermi tridimensionali! La loro colpa? Semplice – si fa per dire – vanno ad intaccare il sistema visivo dei bambini, ancora “in via di sviluppo e ancora fragile”, costringendolo a funzionare in modo non naturale e diverso.
Secondo l’Agenzia nazionale della sicurezza sanitaria francese infatti, gli schermi 3D possono provocare seri danni alla vista dei bambini e per questo, l’Agenzia ne sconsiglia l’uso ai minori di 6 anni e ne raccomanda invece un utilizzo moderato ai minori di 13 anni.
A dispetto che negli adulti infatti, i più piccoli hanno un sistema visivo non del tutto formato e più delicato, come si legge nella nota dell’Agenzia:
“Lo sviluppo di queste tecnologie solleva interrogativi sul loro eventuale impatto sulla salute, in particolare per i bambini e per gli adolescenti” si precisa e si prosegue spiegando che “Durante la visione di immagini in 3D la fatica visiva compare più in fretta e in maniera più intensa che con le immagini monoscopiche.”.
foto-cinema-3dTra gli effetti collaterali della “fatica visiva” dovuta alla visione 3D, secondo quanto si legge, i bambini possono soffrire di un affaticamento generale con dolori perioculari, una sensazione di secchezza degli occhi, generici problemi alla vista, mal di testa e/a alla schiena, dolori al collo e alle spalle, di riduzione delle performance delle attività psichiche e ancora, di perdita della concentrazione.
Un quadro quindi decisamente svilente quindi, motivo per cui ad una visione 3D, è decisamente consigliabile invitare il proprio bambino a dedicarsi ad attività diverse e quindi a fare qualche gioco o a cucinare insieme, a fare qualche lavoretto approfittando magari del prossimo Natale o ancora, a leggere un buon libro; ma attenzione, questo non significa che la tv deve essere abolita, ma solo che deve essere abolito solo ciò che realmente gli fa male!
.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *