Salute bambini: le infezioni cutanee in estate

Lug 18, 14 Salute bambini: le infezioni cutanee in estate

Salute bambini: le infezioni cutanee in estate. E’ cosa risaputa il fatto che la pelle dei bambini è molto delicata e che va protetta sempre ed in modo adeguato; ma non tutte le mamme ed i papà forse sanno, che a dispetto di qualsiasi prevenzione si faccia, alcuni tipi di infezioni cutanee, non si possono comunque evitare.
Il caldo infatti, assieme all’umidità, i giochi all’aperto, o le punture degli insetti ad esempio, rappresentano fattori strettamente legati all‘estate, che potrebbero favorirne proprio la comparsa!
E proprio a tal proposito, in aiuto di tutte le mamme ed i papà, la SITIP, la Società Italiana di Infettivologia Pediatrica, ha proposto un preziosissimo decalogo, che può rivelarsi davvero molto utile. 10 semplici ma preziosi consigli, che possono aiutare a tenere sotto controllo le infezioni cutanee nei bambini in estate:

  • foto-estate-bambiniprestare particolare attenzione ai tipi di lesione che si possano trovare sulla pelle dei bimbi, perchè proprio attraverso le ferite, i batteri possono trovare accesso e provocare l’infezione;
  • tenere d’occhio le lesioni, onde capire come e quando sia comparsa e se si sia modificata;
  • tra le infezioni cutanee più diffuse c’è l’impetigine, che si presenta o nella forma “non bollosa”, che tende a scomparire da sola; oppure “bollosa”, che può richiedere trattamenti specifici prescritti dal pediatra;
  • altra possibile infezione diffusa è detta comunemente “funghi” e può presentarsi sotto forma di “pelle squamosa” o come “alopecia” a seconda della zona e si cura con antimicotici;
  • tra i neonati – ma anche nei grandi – è diffusa la “candidasi orale” o “mughetto”, ossia la presenza di chiazze biancastre nel cavo orale e sulla lingua, che vanno curate con sospensioni orali antimicotiche;
  • le verruche, possono anche diffondersi a seguito di un trauma cutaneo e vanno trattate con pomate all’acido salicilico;
  • foto-medusele punture di medusa vanno dapprima disinfettate con acqua di mare e quindi con del bicarbonato, concludendo poi con l’applicazione di un gel a base di cloruro di alluminio;
  • contro le punture delle tracine, il calore risulta un ottimo alleato perchè inibisce le tossine del veleno, per cui è ideale tamponare la zona con acqua bollente;
  • una perfetta igiene è un ottimo punto di partenza per la prevenzione e la cura della maggior parte delle infezioni;
  • mandare i bambini al sole, nelle ore meno calde e con adeguata protezione, onde favorire la sintesi della vitamina D, fondamentale nei loro primi anni di vita.

.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *