Salute bambini: sintomi e cura della pertosse

Nov 19, 14 Salute bambini: sintomi e cura della pertosse

La pertosse, nota anche con il nome di “tosse canina” è un’infezione delle vie respiratorie causata dal batterio “Bordetella pertussise si presenta con una tosse molto forte e violenta, sia negli adulti che nei bambini, ma inizialmente, i sintomi sono simili a quelli di un comune raffreddore, quindi: naso che cola, starnuti e febbre non troppo alta.
Salute bambini: sintomi e cura della pertosse , che si distingue da un comune raffreddore, per via di una tosse secca ed insistente, che dopo un paio di settimane diventa persino convulsiva ed accompagnata dal tipico urlo durante l’inspirazione, che può portare persino nel paziente, alla comparsa di conati di vomito.
foto-pertosseMa come intervenire? Quale la cura? Anzitutto, tra i metodi preventivi più famosi c’è sicuramente la vaccinazione specifica contro il batterio responsabile dell’infezione, consigliata al di sotto dei 5 anni di età, considerata più a rischio.
Da ricordare che la pertosse è contagiosa, per cui i relativi batteri si trasmettono tramite semplici gocce di liquido che possono essere sprigionate con starnuti e colpi di tosse. Il periodo di incubazione della malattia, in genere è dai 7 ai 10 giorni, ma in alcuni casi, può arrivare anche a 20, 21 giorni; mentre la durata della malattia non è determinabile con certezza, anche se nei casi più comuni, scompare dopo circa 5, 6 settimane. Da precisare che per i neonati, il pediatra dopo la visita, potrebbe ritenere necessario anche il ricovero ospedaliero, per la cura e la sicurezza del bambino, data la tenera età.
Sempre il pediatra, dopo un’accurata visita le bambino, trattandosi di una malattia di origine batterica, può decidere di trattare la malattia con l’assunzione di antibiotici, che devono essere somministrati al piccolo paziente, secondo i tempi e le modalità prescritte dal medico. Nella maggior parte dei casi infatti, gocce, sciroppi, ed altri farmaci risultano spesso inutili allo scopo di sedare la tosse causata dalla pertosse, mentre di qualche aiuto possono risultare le vitamine, in primis la vitamina C.
foto-sciroppo-pertosseIn ultimo, quanto all’ambiente domestico, è bene evitare di far soggiornare il bambino in luoghi chiusi, caratterizzati da aria viziata, o ancora, farlo restare chiuso in casa, ma sono invece consigliate ad esempio, le uscite fuori e le passeggiate, anche di qualche ora in campagna o al mare.
.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.