Santo Natale: come raccontare ai bambini la nascita di Gesù Bambino

Dic 25, 13 Santo Natale: come raccontare ai bambini la nascita di Gesù Bambino

Santo Natale: come raccontare ai bambini la nascita di Gesù Bambino. Natale è arrivato e cogliamo quindi l’occasione di fare a tutti voi i migliori auguri di Buon Natale da parte di tutta la Redazione di Bambinizerotre!

Ci preme quindi porre l’attenzione su una cosa: nel giorno del Santo Natale tutti i bambini non attendono – giustamente – l’ora di svegliarsi e vedere cosa ha portato loro in dono il famoso Babbo Natale, al quale hanno tempo fa scritto la loro letterina; ma spesso, specie coi bimbi più piccoli ci si dimentica del vero protagonista del Santo Natale : Gesù Bambino!

foto-natività.Nella fredda notte appena trascorsa infatti è nato un bambino, Gesù Bambino, il nostro Salvatore, il Salvatore del mondo; una figura alla quale non sempre si presta il giusto peso e la giusta considerazione, ritenendo compito esclusivo della scuola, quello di parlare e spiegare ai più piccoli la storia di Gesù e quindi del presepio; una storia della quale è invece possibile riscoprire il significato anche a casa, riscoprendo così il vero significato del Santo Natale.

E proprio per far questo, ecco in forma “breve” e “semplice” la storia del Natale, di Gesù Bambino e della Natività:

Molto molto tempo fa, il Re Erode, ordinò affinchè venissero contate e registrate le famiglie presenti nel suo regno, così tutti i sudditi, tra i quali un falegname di nome Giuseppe, si mise in viaggio per Betlemme, ove era nato, con la moglie Maria, che aspettava un bimbo. Giuseppe e Maria, erano molto poveri, avevano solo un asino, sul quale Maria saliva quando era stanca nel viaggio.

Arrivarono quindi a Betlemme ma qui Giuseppe e Maria non riuscirono alloggio da nessuna parte in quanto non avevano soldi per pagare, essendo troppo poveri, sicchè quando capirono che il loro bambino stava per nascere, trovarono riparo in una stalla abbandonata, nella quale si trovava un bue; qui nacque il bambino di Maria e Giusepoe, che la giovane mamma Maria avvolse tra le fasce e sistemò in una mangiatoia colma di paglia, che subito il bue e l’asinello vennero a riscaldare col loro respiro.

foto-gesù-bambinoAlcuni pastori nei paraggi furono avvisati della nascita da un angelo colmo di luce, che disse loro “Non abbiate paura, sono qui per annunciarvi una grande gioia: oggi è nato quello che sarà il più grande di tutti i re. Andate a festeggiarlo: troverete un bambino avvolto in fasce, che giace in una mangiatoia”.

I pastori furono così i primi a raggiungere la stalla e a rendere omaggio al Gesù Bambino e dopo di loro, la notizia del lieto evento si diffuse ovunque, richiamando gente da ogni dove e arrivando sino a tre Re Magi: Melchiorre, Baldassarre e Gaspare, che portarono enormi ricchezze a Gesù Bambino, seguendo la scia di una stella cometa: che arrivò più avanti!

Rinnoviamo i nostri migliori auguri di Buon Natale!

.

di Mamma Melacotta


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.