Spotting: macchie di sangue nel pannolino

set 17, 12 Spotting: macchie di sangue nel pannolino

Diventare mamma si sa è l’inizio di una bellissima avventura, ricca di grandi e fortissime emozioni, alcune quasi indescrivibili … la prima volta che si tiene in braccio il proprio bambino, la prima volta che ci si sente chiamare mamma, i primi passi … ma come si suol dire gioie e dolori vanno di pari passo ed infatti essere mamma significa anche preoccuparsi e fare i conti ad esempio in qualità di neo-mamma con il semi-sconosciuto Spotting.

Lo spotting è infatti un fenomeno esclusivo dei neonati di sesso femminile, con il quale la neo-mamma può avere a che fare (ma che non è una regola!), sin nelle prime settimane di vita, durante le quali può accadere di notare al momento del cambio del pannolino della bambina di notare delle piccole macchie rosse, che cuor di mamma, “al volo” considera essere sangue … e difatti lo sono ma non bisogna assolutamente allarmarsi perchè sono semplicemente l’espressione di un’attivazione ormonale.Foto neonata

Queste piccole perdite ematiche, ossia lo Spotting, sono infatti semplicemente macchioline di sangue vaginali, che in un certo senso tendono a simulare le mestruazioni e che nei primi giorni di vita della bambina, sono dovute ad un’altra concentrazione di estrogeni, ossia gli ormoni femminili di natura sessuale, che derivano dall’organismo della mamma: non è quindi la stessa neonata a produrre autonomamente queste piccole perdite di sangue ma arrivano dalla sua mamma!

Non a caso lo Spotting è un problema che si risolve nel giro massimo di qualche settimana ma ovviamente, non appena la mamma si accorge che la propria bambina è interessata dal fenomeno Spotting, è bene che si rivolga immediatamente al proprio pediatra di fiducia, onde controllare le mucose vaginali ed avere una riprova dei suoi sospetti circa la malattia, procedendo altresì nella maggior parte dei casi ad eseguire un test delle urine: un test di verifica al quale si ricorre spesso in quanto è possibile confondere lo spotting con l’espulsione di piccoli cristalli d’urina, per la quale si rilasciana sul pannolino una colorazione più arancione che rossa.

Foto pannolinoIl test dell’urina viene eseguito posizionando un sacchettino all’interno del pannolino della bambina, facendolo aderire per bene alla vagina ed attendendo che arrivi la pipì … interpretando infine la colorazione di questa onde definire che si parli di spotting o di cristalli d’urina, valutando di conseguenza come intervenire.

 

Di Mamma Melacotta


Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


9 × otto =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>