Susan Boyle parla della sua vita con la Sindrome di Asperger

Nov 17, 14 Susan Boyle parla della sua vita con la Sindrome di Asperger

La cantante Susan Boyle, ex casalinga, lanciata dal programma Britain’s Got Talent, che nel giro di 5 anni ha conquistato l’affetto del grande pubblico grazie alla sua voce portentosa, arrivando a vendere ben 19 milioni di copie dei suoi album, intervistata dal Daily Mail, ha parlato della sua malattia, la Sindrome di Asperger.
Susan Boyle parla della sua vita con la Sindrome di Asperger , una condizione clinica che il dizionario online di Wikipedia definisce come “un disturbo pervasivo dello sviluppo imparentato con l’autismo”, della quale la cantante scozzese ha ammesso : “Adesso riesco a controllarla meglio”.
foto-susan-boyle-primo-pianoUna “convivenza” con la malattia, che Susan Boyle, 53enne, ha descritto come “Imprevedibile“, spiegando di trovare grande sollievo nelle esibizioni dal vivo, considerando i palchi dei maggiori teatri del mondo, luoghi sicuri e incredibilmente protetti, dove nulla o quasi, può andare storto, come dalle sue parole:
Giù dal palco, succede spesso. È sempre stato così.” ha fatto sapere la cantante ed ha continuato “Ma adesso riesco a gestirlo meglio perché so di cosa si tratta. Se sento un sbalzo d’umore in arrivo, mi alzo e me ne vado. Quando mi esibisco sul palco, anche se ho avuto una giornata no, riesco a diventare una persona diversa.” quindi ha ammesso “Lassù mi sento al sicuro. Non mi sento giudicata, mi sento accettata.”.
Una donna dal passato semplice, umile, diventata grazie alla sua partecipazione al programma Britain’s Got Talent un celebre mezzo-soprano, che per via della condizione che la affligge, la vede spesso considerata una diva a tutti gli effetti, con tanto di capricci nei comportamenti e nelle interazioni con gli altri, come ammette la Boyle, confessando invece la realtà dei suoi sentimenti:
foto-susan-boyle-Britain-s-Got-TalentSono l’unica artista ad aver bisogno di un guinzaglio.” ha ammesso e quindi ha continuato “Sono la madre di King Kong. A volte sento un senso di panico, mi deprimo. Quindi me ne vado per stare per i fatti miei. Poi ritorno: ritorno sempre.” ed ha spiegato “Le persone che soffrono di Asperger mettono sempre delle barriere perché non sanno come fidarsi delle persone. Io cerco di non farlo. Voglio lasciare entrare le persone.”.
Ma a dispetto del successo raggiunto, Susan Boyle, ha nel cassetto ancora un sogno da realizzare, un sogno grande davvero, al quale tiene in modo particolare: adottare un bambino! “Ho molto amore da dare”, ha ammesso la cantante, confessando il suo desiderio.
Ce la farà? Di sicuro 10 anni fa in pochi – per non dire nessuno – avrebbe detto che un giorno avrebbe raggiunto il suo successo mondiale, per cui; staremo a vedere!
.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.